Seguici con il Feed Rss

Post in evidenza

GESTIONE DELLA CLASSE IN MODO INCLUSIVO

Materiali liberamente scaricabili relativamente al corso  INCLUSIONE E BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Questionario: scopri il tuo profilo di in...

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

domenica 29 settembre 2019

Rubrica di valutazione per la prova orale, per la scuola secondaria di I e II grado.

Riportiamo al link in basso una rubrica di valutazione per la prova orale, utilizzabile sia nelle simulazioni della prova d'esame per la secondaria di II grado, sia come linea guida per le verifiche orali durante l'anno scolastico.

La rubrica è adattabilissima anche alla scuola secondaria di I grado.

Lo strumento comprende:
- Valutazione analitica delle competenze relativa all'esposizione orale;

- Valutazione per singola competenza (Espresso in quindicesimi, facilmente rapportabile ad una scala in decimi)

- Valutazione globale (sempre in quindicesimi, vale quanto detto sopra)


mercoledì 25 settembre 2019

"Un conto è smanettare, altro è la competenza digitale", la didattica nella mutazione ambientale generata dall’iperconnessione

"Un conto è smanettare, altro è la competenza digitale", la didattica nella mutazione ambientale generata dall’iperconnessione

Si è svolta il 22 settembre ad Assisi, nell'ambito della rassegna di eventi "Il cortile di Francesco", la tavola rotonda sul tema "La didattica nella mutazione ambientale generata dall'iperconnessione", come seconda sessione del convegno "La scuola nell'era digitale"

Risultati immagini per nativi digitali

Chi sono i nativi e i residenti digitali? Cosimo Marco Scarcelli, ricercatore E-learning. Insegnare e apprendere nel XXI secolo. Pier Cesare Rivoltella, direttore del CREMIT (Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media, all’Innovazione e alla Tecnologia), Università Cattolica, Milano Il Piano Nazionale Scuola Digitale Sabrina Boarelli, Dirigente Tecnico Ufficio Scolastico Regionale La conoscenza umana nella sua interezza, accessibile, disponibile, gratuita: Wikipedia Luigi Catalani, Coordinatore nazionale Wikimedia, Scuola e Università La conoscenza Iocale nei progetti Wikimedia: Wiki Loves Monuments, Glam e altri Luca Landucci, Membro direttivo nazionale e referente dei coordinatori regionali Wikimedia Italia Insegnare, scrivere e parlare Eraldo Affinati, scrittore Conduce Giancarlo Cappello, direttore Centro Studi Cisl Scuola Nazionale





martedì 24 settembre 2019

Modelli di PEI secondo l'ICF-CY da scaricare. Per tutti gli ordini di scuola

Una premessa: la redazione del PEI secondo il modello ICF-CY non è affatto una novità. Questo modello (in cui la sigla CY indica la specifica classificazione riferita a bambini ed adolescenti, per distinguerla dagli adulti) è stato elaborato già nel 2001, e già da anni, in scuole efficienti, si usa nell'elaborazione del PEI.

Risultati immagini per icf cy

Ora, con i Decreti Legislativi 66/2017 e 96/2019 (quest'ultimo dello scorso 7 agosto) sono state ridefinite norme e prassi sull'inclusione, e il modello in questione diventa obbligatorio; quindi non si tratterà più di iniziative sporadiche ed isolate a seconda della buona volontà delle scuole, ma questo nuovo "linguaggio" bio-pisco-sociale, attraverso cui descrivere il funzionamento degli studenti, diventa una prassi.


Per saperne di più:

- Le nuove norme sull'Inclusione: Profilo di funzionamento su base ICF-CY e Piano educativo individualizzato



Proponiamo di seguito dei modelli di PEI realizzati in chiave ICF-CY, fermo restando che il legislatore si impegnerà entrò 60 giorni dall'entrata in vigore del Decreto (il 12 settembre U.S.) a fornire, tramite linee guida, un modello standard di Profilo di Funzionamento da cui far scaturire il PEI e il Progetto individuale a carico degli EE.LL.

Di seguito i modelli di PEI da scaricare.
Eccetto il primo, gli altri sono stati presi dall'AT di Pesaro e Urbino:

- PEI sul modello ICF-CY, modello per nidi e scuole dell'infanzia

Il modello è stato realizzato da un'equipe Pedagogica coordinata dal prof. Dario Ianes ed è rivolto al personale docente dei nidi e delle scuole dell'infanzia. 





domenica 22 settembre 2019

ICF - CY e la progettazione del PEI, una guida snella ed un modello di PEI da utilizzare a scuola

Risultati immagini per L'ICF E LA PROGETTAZIONE PARTECIPATA DEL PEICon i Decreti Legislativi 66/2017 e 96/2019 (quest'ultimo dello scorso 7 agosto) sono state ridefinite norme e prassi sull'inclusione, con importanti modifiche, tra le altre cose, rispetto all''accertamento della disabilità e, ed è ciò che interessa ai docenti, nella elaborazione del PEI.
A questo proposito, viene introdotto il Profilo di funzionamento, che sostituisce ed ingloba la Diagnosi Funzionale e il Pofilo Dinamico Funzionale. 

L'ICF - CY (dove la sigla CY sta ad indicare il modello di classificazione per bambini ed adolescenti) diventa dunque il riferimento di base per l’elaborazione del Profilo di funzionamento, alla luce del quale andrà elaborato il PEI.
L'elaborazione del PEI è una mansione che spetta principalmente ai docenti. E' dunque necessario appropriarsi del linguaggio adatto dell'ICF, caratterizzato da sigle che ad un primo acchito possono sembrare di difficile comprensione, ma che con un po' di impegno diventano leggibilissime e chiare.

Per orientare i docenti in questa fase di cambiamento abbiamo già pubblicato in un post precedente un utilissimo manuale che guida passo passo in tutte queste novità e che dà anche indicazioni per compilare il PEI tenendo conto del generale quadro delle competenze:

Le nuove norme sull'Inclusione: Profilo di funzionamento su base ICF-CY e Piano educativo individualizzato


In questo articolo, invece, proponiamo un'altra guida, la più recente sull'argomento perché è stata pubblicata a luglio 2019 scorso, molto più snella della prima ma non meno utile, pubblicata da TecnodidL'ICF E LA PROGETTAZIONE PARTECIPATA DEL PEI.

Il volume cerca di puntualizzare, in poche pagine (che giustifica quindi anche il suo costo contenuto), alcuni essenziali aspetti di questa mutata prospettiva, avendo come punto di partenza una riflessione di natura storico-culturale.
Corredato anche di un'appendice operativa in cui si riporta un modello di Piano Educativo Individualizzato dell’istituto stesso, ed un questionario di valutazione iniziale che dovrà orientare il lavoro del singolo insegnante e del consiglio di classe.




venerdì 20 settembre 2019

mercoledì 18 settembre 2019

PEI sul modello ICF-CY, modello per nidi e scuole dell'infanzia - Servizio di Progettazione educativa Città di Venezia

Il Piano Educativo Individualizzato su base ICF - CY, che proponiamo al link in basso,  è stato realizzato da un'equipe Pedagogica coordinata dal prof. Dario Ianes ed è rivolto al personale docente dei nidi e delle scuole dell'infanzia. 
Si tratta di uno strumento innovativo, fondato su un approccio bio-psico-sociale in ambito educativo, aggiornato in ottemperanza alle nuove norme per l'inclusione (D.lgs 66/2017 e successive modifiche approvate nel D.lgs 69/2019).

Per saperne di più:
L’ICF, International Classification of Functioning, Disability and Health, è lo strumento elaborato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per descrivere e misurare la salute e la disabilità della popolazione.
L'ICF è applicabile a qualsiasi persona che si trovi in qualunque condizione di salute, dove vi sia la necessità di valutarne lo stato a livello corporeo, personale o sociale.
Scopo generale della classificazione ICF è fornire un linguaggio standard e unificato che, tenendo conto per la prima volta di fattori contestuali e ambientali, serva da modello di riferimento per la descrizione della salute edegli stati ad essa correlati.
 L’ICF è condiviso a livello mondiale da 191 Paesi in cui diverse figure professionali lo utilizzano per descrivere il funzionamento umano.

Il presente PEI è dunque realizzato su base ICF-CY secondo quanto previsto dalle recenti norme sull'inclusione.
 E' scaricabile al link in basso:




Per saperne di più sulle nuove norme sull'Inclusione clicca qui:

Profilo di funzionamento su base ICF-CY e Piano educativo individualizzato


martedì 17 settembre 2019

Educazione emotiva: "La bussola delle emozioni", l'ultimo libro di Alberto Pellai, corredato da una ricca filmografia ... utilissima a scuola

Risultati immagini per la bussola delle emozioniDopo tanti anni trascorsi a lavorare con bambini e ragazzi mi rendo conto che è davvero urgente, anche nelle scuole, una seria educazione alle emozioni. Educarle non vuol dire creare a tutti i costi le condizioni in cui esse smettano di esistere, di manifestarsi. No, proprio no; sarebbe impossibile. Le emozioni esistono e non si tarpano. Non si spiegano, si dispiegano. Non si controllano, si riconoscono e si accettano.
 Tutto questo è possibile anche grazie ad un serio intervento educativo e il libro che segnaliamo oggi - La bussola delle emozioni - fa proprio a questo caso.
Gli autori sono Alberto Pellai e Barbara Tamborini.


La bussola delle emozioni (Mondadori, 255 pagine) è un libro a uso e consumo dei ragazzi, per orientarli tra gli alti e bassi umorali dei loro anni. Propone anche una mini-bussola per genitori, utile a riconoscere e a gestire le quattro emozioni più ostiche: tristezza, paura, rabbia e disgusto.
Si tratta di una guida all’autoanalisi di reazioni e comportamenti in cui gli stessi giovani spesso faticano a riconoscersi.
 Venirne a capo è una gran fatica: richiede tempo e impegno. Il volume, con tanti esempi pratici e una bella filmografia, è scritto per gli adolescenti, ma Pellai ha qualcosa da dire anche a noi adulti”

Se il libro ti interessa, se ti è utile perché sei un genitore, un insegnante, un educatore, puoi trovarlo ai link in basso:

Edizione cartacea - "La bussola delle emozioni. Dalla rabbia alla felicità, le emozioni raccontate ai ragazzi"

Edizione e-book - "La bussola delle emozioni. Dalla rabbia alla felicità, le emozioni raccontate ai ragazzi"




Di seguito la presentazione dalla quarta di copertina:


Ti sei mai chiesto perché a volte tutto funziona alla perfezione nella tua testa e a volte invece sembra che ci sia il terremoto? Perché ti arrabbi all'improvviso per motivi apparentemente banali, o per un no da parte dei tuoi genitori? Come mai con un professore ti senti rilassato quando ti interroga e dai il meglio di te e con un altro invece sei agitatissimo e rischi di prendere un brutto voto? Immagina di poter avere tra le mani una vera e propria bussola per orientarti nel complesso territorio delle emozioni primarie: la tristezza, la paura, il disgusto, la rabbia, la sorpresa e la gioia. Grazie a essa riuscirai a mettere a fuoco perché in determinati momenti ti comporti in un modo che a volte fatichi tu stesso a spiegarti. Per ogni emozione troverai: un test che ti aiuterà a capire che rapporto hai con essa; un racconto di vita personale con cui confrontarti e riflettere; una spiegazione di come funziona il nostro cervello; consigli pratici su come gestire al meglio ogni situazione. Per finire, una filmografia pensata ad hoc per rivivere ogni singola emozione tra lacrime e risate. Età di lettura: da 10 anni

lunedì 16 settembre 2019

MIUR. Circolare e decreto per valorizzazione delle eccellenze 2019/2020 - Studenti scuole secondarie II grado a.s. 2019-2020

Risultati immagini per valorizzazione eccellenze

Poiché crediamo che non si faccia abbastanza per la valorizzazione delle eccellenze, che a volte vengono "sacrificate" e trascurate, riportiamo come ogni anno le circolari e i decreti che disciplinano questo ambito che possiamo a ragion veduta far rientrare nei bisogni educativi speciali.


***********************

Circolare e decreto per valorizzazione delle eccellenze 019/2020 - Studenti scuole secondarie II grado a.s. 2019-2020

Riportiamo dal sito del MIUR la Circolare n.1 del 10 settembre 2019 e il Decreto ministeriale n.541 del 18 giugno 2019 circa la valorizzazione delle eccellenze:

- Circolare n.1 del 10 settembre 2019

Decreto ministeriale n.541 del 18 giugno 2019


Fonte: https://www.miur.gov.it/web/guest/-/valorizzazione-delle-eccellenze-studenti-scuole-secondarie-ii-grado-a-s-2019-2020

mercoledì 11 settembre 2019

Le nuove norme sull'Inclusione: Profilo di funzionamento su base ICF-CY e Piano educativo individualizzato

Risultati immagini per Profilo di funionamento su base ICF-CY e Piano educativo individualizzato. Con aggiornamento onlineCon il Decreto Legislativo 66/2017, modificato alla fine di luglio 2019, cambiano alcune delle norme che fino ad ora hanno regolato l'Inclusione degli alunni con disabilità.

 Le novità sono diverse, come per esempio quelle riguardanti la diagnosi della disabilità, l'istituzione dei GIT, dei Gruppi di lavoro Operativi (GLO), il Profilo di Funzionamento.

Ovviamente per vederci chiaro in ogni aspetto della nuova normativa bisogna attendere i decreti attuativi, e la recente crisi di Governo ha provocato un generale rallentamento dell'iter che porterà alla piena attuazione di tutti i suoi aspetti.


Ad ogni modo, tra le altre cose ci interessa sottolineare l'importanza che si dà alla realizzazione del profilo di funzionamento e del PEI secondo il modello 
ICF-CY (Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute - versione per Bambini e Adolescenti).

Il modello ICF-CY non è affatto una novità in Italia, e già da anni gli esperti in materia d'inclusione insistono sull'utilizzo di tale strumento nell'eleborazione del PDF (Profilo di Funzionamento) che di fatto con il D.Lgs 66/2017 viene inglobato, insieme alla Diagnosi Funzionale, in un unico documento, vale a dire il Profilo di Funzionamento già citato; finora, però, non vi era un esplicito richiamo normativo affinché venisse utilizzato nei documenti dell'inclusione e nella progettazione didattica per alunni con disabilità.


Dunque, cosa fare di tutte queste novità? Come realizzare un PEI (e prima ancora un Profilo di Funzionamento) secondo l'ICF-CY? Come contribuire, da docente, alla definizione del Profilo di Funzionamento orientandosi tra i codici del modello ICF (che ad un primo acchito possono spaventare, ma che con un po' di pratica diventano facilmente accessibili)?

E come realizzare un PEI tenendo conto della didattica per competenze a cui, inevitabilmente, occorre attenersi?


Ci aiuta a rispondere a tutte queste domande un ottimo testo edito dalla Erickson dal titolo "Profilo di funzionamento su base ICF-CY e Piano educativo individualizzato. Con aggiornamento online", di Sofia CramerottiDario Ianes Caterina Scapin  

Consigliamo la lettura (o lo studio, se si preferisce) di questo testo perché guida l'insegnante in tutti i principali concetti della materia, fornisce materiali, guide, aggiornamenti on line e un portale su cui compilare in modo guidato il PEI.


Il Libro lo trovi qui

Profilo di funzionamento su base ICF-CY e Piano educativo individualizzato. Con aggiornamento online




Dalla quarta di copertina:
Quest'opera guida il lettore - attraverso numerosi esempi e spunti operativi - nelle diverse fasi che, partendo dalla definizione del Profilo di funzionamento dell'alunno sulla base del modello bio-psico-sociale ICF-CY (OMS), portano alla stesura del Piano educativo individualizzato (PEI). La prima parte del libro presenta un'ampia trattazione normativa e, a seguire, una riflessione teorico-metodologica in merito alle recenti novità introdotte a partire dal Decreto 66/2017 per quanto riguarda il Profilo di funzionamento e la stesura del PEI. La seconda parte si focalizza invece in particolare sulle strategie e gli approcci metodologici per impostare un PEI per competenze, vicino a quelli che sono i reali bisogni educativo-didattici dell'alunno con disabilità. Basandosi sulle novità provenienti dalla ricerca scientifica e dall'esperienza «sul campo» relative agli approcci pedagogico-didattici più efficaci nel lavoro di progettazione educativa individualizzata per gli alunni con disabilità, la Guida Profilo di funzionamento su base ICF-CY e Piano educativo individualizzato si propone come versione aggiornata della storica guida metodologica per la stesura del PEI fondata da Dario lanes e Fabio Celi nel 1993.

Profilo di funionamento su base ICF-CY e Piano educativo individualizzato. Con aggiornamento online

lunedì 9 settembre 2019

Gemma Edizioni, l'editoria entra in classe: progetti di scrittura per tutte le scuole

Riportiamo di seguito un interessante progetto dell'Editore Gemma rivolto alle scuole di ogni ordine e grado.

La Casa Editrice Gemma Edizioni ha ideato un progetto editoriale a livello nazionale con il quale bambini e ragazzi hanno l’opportunità di scrivere e pubblicare un libro, con la collaborazione dei loro insegnanti.
 Sono nate raccolte di favole, raccolte di racconti/poesie, guide turistiche e letterarie, libri di ricette, fumetti, libri illustrati, manuali.
L’intento è quello di offrire ai giovani l'opportunità di approcciare alla scrittura, rendendoli protagonisti attivi nella costruzione di un libro, con la consapevolezza che questo possa promuovere l'importanza della lettura, la loro autostima e una conseguente crescita interiore e culturale.

I volumi fanno parte di tre collane
- “Favole di Cioccolata” e a scrivere sono i bambini della scuola dell’infanzia e primaria; “Selfie di noi junior” per gli alunni della secondaria di primo grado;

-“Selfie di noi” riservata agli studenti degli Istituti di Istruzione superiore ai quali diamo anche la possibilità di attivare Percorsi Gratuiti per le Competenze Trasversali per l’Orientamento - Alternanza scuola-lavoro, che saranno valevoli come Corso di Aggiornamento anche per i docenti coinvolti ai quali, alla fine del progetto sarà rilasciato un ATTESTATO di FREQUENZA firmato dall’Amministratore della Casa Editrice e dal Dirigente d’Istituto.

Ci sono due vincoli per poter aderire a questo progetto:
1) essere tra le prime 15 scuole a provincia a farne richiesta;
2) impegnarsi ad acquistare, a fine progetto, quindi a libro pronto per la stampa, un numero minimo di 150 copie a un prezzo unitario (iva assolta dall’editore) di € 13,00 che diventa € 16,00 se la scuola decide di pubblicare un libro con l’interno a colori. La Casa Editrice offre gratuitamente servizi editoriali di supporto per la creazione di contenuti, cura redazionale dei testi, editing, correzione di bozze, creazione del progetto grafico, impaginazione, revisione delle traduzioni, stampa.

Per ordini pari o superiori alle 200 copie, parte dei proventi, nella misura di € 400,00 a volume realizzato, sarà devoluta all’Istituto scolastico aderente che potrà decidere di utilizzarla in progetti scolastici scelti a discrezione del Consiglio d’Istituto e del Dirigente stesso. Se la scuola dovesse ordinare un numero pari o superiore alle 300 copie, il bonus salirà a € 700,00. Per i successivi ordini, di 100 copie in 100 copie, l'Istituto riceverà una ulteriore devoluzione pari al 30% sul prezzo di copertina.

Per le specifiche consultare il Regolamento presente negli allegati e visionabile sul nostro sito www.gemmaedizioni.it, dove troverete i percorsi che abbiamo effettuato con più di 100 scuole in tutta Italia riuscendo a devolvere - fino a giugno 2019 - Euro 30.000,00. Importo in crescita continua!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...