Seguici con il Feed Rss

PARTECIPA ALLA NOSTRA COMMUNITY!

domenica 31 gennaio 2021

Il podio dei libri della settimana: narrativa italiana, straniera e saggistica

Prima puntata di "Libri sul podio": i primi tre libri più venduti della settimana, suddivisi in "narrativa italiana", "Narrativa straniera" e "saggistica".
Buona lettura!

NARRATIVA ITALIANA

Gianrico Carofiglio, La disciplina di Penelope, Mondadori  

Ilaria Tuti, Luce della Notte, Longanesi  

Massimo Gramellini, C'era una volta adesso, Longanesi  

 

NARRTIVA STRANIERA

Valérie Perrin, Cambiare l'acqua ai fiori, e/o  

Alicia Gimenez-Bartlett, Autobiografia di Petra Delicado, Sellerio  

Toshikazu Kaeaguchi, Finché il caffè è caldo, Garzanti  

 

SAGGISTICA

Francesco Costa, Una storia americana, Mondadori  

Alessandro Barbero, Dante, Laterza  

Luca Ricolfi, La notte delle ninfee. Come si malgoverna un'epidemia, La nave di Teseo 

venerdì 29 gennaio 2021

Laboratorio fonologico per la letto scrittura, 84 schede da scaricare. Le trovi qui

 La scuola dell'infanzia "Don Bosco", in provincia di Napoli, propone questo eccellente plico con 84 schede, che consistono in un laboratorio fonologico per introdurre alla letto scrittura. 

Questi i contenuti principali:
Fonologia Globale (3- 4 anni)
1. Riconoscimento di filastrocche o rime (sillaba finale di parola)
2. Riconoscimento della sillaba iniziale di parola
3. Sintesi sillabica
4. Classificazione delle parole per lunghezza (segmentazione sillabica)
5. Delezione della sillaba iniziale

Il plico puoi scaricarlo a questo link:

LABORATORIO FONOLOGICO LETTO SCRITTURA

mercoledì 27 gennaio 2021

Film (gratuito per 7 giorni) sulla Shoah: "Corri ragazzo Corri"

In occasione del Giorno della Memoria il portale Rai Play mette a disposizione film e documentari a tema, fruibili gratuitamente e adatti alla proiezione in classe.
Tra questi c'è un bellissimo film, disponibile per soli 7 giorni: "Corri ragazzo Corri", di PEPE DANQUART

LA TRAMA:
Srulik è un bambino ebreo di otto anni che vive nel ghetto di Varsavia assieme alla propria famiglia. Un giorno, mentre sta rovistando nei bidoni per trovare qualche alimento assieme alla madre, si accorge che quest'ultima, che fino a pochi minuti era lì vicino a lui, è scomparsa. Dopo un momento di profondo smarrimento il nostro protagonista decide di proseguire il proprio percorso di vita intraprendendo molteplici strade. La sua avventura inizia conoscendo un gruppo di alcuni bambini del posto, i quali si nascondono nella foresta. Da questo momento Srulik inizia una vita totalmente nuova ricca di imprevidibilità. Impara molto vivendo nella foresta, ma al tempo stesso riconosce che non può stare lì per l'eternità; infatti, dopo un po' di tempo, a causa di un'irruzione dei soldati tedeschi all'interno della foresta, Srulik incontra, nascosto in un campo, suo padre, il quale era stato catturato dalla Gestapo. Dal dialogo emerso tra lui e suo padre, Srulik capisce che deve nascondere la sua origine ebrea, di fatto cambiando nome in Jurek per non destare sospetto. È l'ultima volta che vedrà suo padre. Così facendo decide di "cercare fortuna" nei villaggi limitrofi alla foresta, conosce molti contadini e decide di lavorare per loro. Alcuni sono comprensivi e indulgenti nei suoi confronti, mentre altri oppressivi e violenti. Un giorno viene sorpreso dai soldati tedeschi e portato alla Gestapo e successivamente ricondotto in un villaggio chiamato Kromnow. Un giorno, mentre sta lavorando nel campo, il braccio gli resta impigliato nella trebbiatrice; viene portato in ospedale, ma non viene operato perché il dottore riconosce che è ebreo, ma il giorno dopo un altro medico decide di operarlo; Srulik dopo essersi svegliato, riconosce subito che il suo braccio è stato amputato, ciononostante non perde la forza di volontà, e grazie all'aiuto del dottore che ha effettuato l'operazione, scappa dall'ospedale. Nonostante l'amputazione del braccio, il bambino decide di proseguire la sua vita nei villaggi. Il tempo scorre e quando la guerra sta per finire, conosce un soldato russo di nome Sasà e diventano amici. Dopo la fine della guerra però si dividono e Jurek viene portato in un orfanotrofio.Cercherà di scappare, inutilmente. Mettendosi il cuore in pace, inizia ad andare a scuola, e studierà fino a completare più tardi l'università. Superata l'età adolescenziale, decide di trasferirsi in Israele con la sua amata Sonia.

IL FILM LO TROVI CLICCANDO QUI

lunedì 25 gennaio 2021

Scuola, cura degli ambienti e comportamenti individuali: la "teoria delle finestre rotte" vale anche per le nostre classi


Questo post vuole essere un spunto di riflessione sugli ambienti scolastici in cui operiamo; essi sono spesso accoglienti e funzionali, ma molte volte non lo sono affatto, tanto che è lo stesso edificio, lo stesso ambiente di studio, ad essere uno squallido esempio di disfunzionalità e di degrado.
Eppure se l'ambiente in cui lavoriamo, e soprattutto in cui i nostri ragazzi studiano, è curato, ordinato, pulito e controllato da poche regole chiare e vincolanti, tutta la comunità ne trae giovamento e si comporta aderendo al "messaggio" che quel contesto fornisce: cura, attenzione, regole di convivenza.
A riprova di ciò descrivo di seguito un interessantissimo esperimento sociale promosso da Philip Zimbardo presso l'università di Stanford, negli USA. Dopo la descrizione riporto anche un video in cui lo scrittore e magistrato, Gianrico Carofiglio, descrive l'esperimento e una applicazione pratica nella metropolitana di New York.

Nel 1969, il professor Philip Zimbardo dell'Università di Stanford, condusse un singolare esperimento di psicologia sociale. Prese due auto identiche
 e le abbandonò per la strada in due posti molto diversi: una nel Bronx, la zona degradata di New York e l’altra a Palo Alto, zona ricca della California. In poche ore l'auto nel Bronx fu saccheggiata e distrutta. L'auto lasciata a Palo Alto, invece, rimase intatta. E’ facile attribuire le cause del crimine alla povertà del quartiere ma, tuttavia, l'esperimento continuò. Quando, dopo una settimana, l’auto di Palo Alto era ancora illesa, i ricercatori decisero di romperle un vetro. Il risultato cambiò. Furti e vandalismo ridussero il veicolo ad un rottame. Come nel Bronx. Perché il vetro rotto in un’auto abbandonata in un quartiere tranquillo è in grado di innescare un processo criminale? Non è la povertà, ma qualcosa che ha a che fare con il comportamento umano. Un vetro rotto in un'auto abbandonata trasmette un senso di disinteresse e assenza di regole. E ogni nuovo attacco subito dall'auto ribadisce quell'idea. Successivi esperimenti hanno dimostrato che, se dopo aver rotto il vetro di una finestra di un edificio, non viene riparato, verranno presto rotti tutti gli altri. Se una comunità presenta segni di deterioramento e questo sembra non interessare a nessuno, presto si svilupperà la criminalità. Questa “teoria delle finestre rotte” è solo un'ipotesi valida a comprendere la degradazione della società e la mancanza di rispetto per i valori della convivenza civile. La mancanza di istruzione e di formazione della cultura sociale, generano un paese con “finestre rotte”. Un paese dove nessuno è disposto a ripararle. Ti ricorda qualcosa?

VAI AL VIDEO: 



domenica 24 gennaio 2021

Raccolta di film gratuiti per il Giorno della Memoria, per ogni scuola, per ogni età

 In questa pagina raccogliamo film adatti alla scuola per affrontare gli argomenti del Giorno della Memoria.

Si tratta di pellicole gratuite, disponibili su Youtube o su altri portali.

***************

Film gratuito per la scuola e il Giorno della Memoria: "Figli del destino", la storia (anche) di Liliana Segre
Le vite di Liliana SegreLia LeviTullio Foà e Guido Cava vengono stravolte quando Vittorio Emanuele III firma le leggi razziali il 5 settembre 1938. Quella data segna, per i quattro ragazzi, l'inizio di una vita fatta di discriminazione, umiliazione, paura e sofferenze che culmina con la deportazione.

La stella di Andra e Tati, un cartone bellissimo sulla Shoah per tutte le età, tratto da una storia vera.
La stella di Andra e Tati è un cartone bellissimo della durata di 28 minuti che racconta la Shoah dal punto di vista di due bambini di 4 e 6 anni: è la vera storia delle sorelle Andra e Tatiana Bucci, deportate ad Auschwitz-Birkenau durante la Seconda guerra mondiale insieme a parte della loro famiglia. 

Un'appassionante fuga dall'olocausto in "Il rifugio" per non poter dimenticare
1944, Ruth Gruber, una giovane ebrea americana, si impegna in una sfida all'apparenza impossibile: mettere in salvo quasi mille ebrei scampati all'incubo dell'Olocausto. In un'Europa sconvolta dalla guerra, l'indomabile Ruth, riesce a trovare la via per garantire ai sopravvissuti una speranza di nuova vita in America. Tratto da una storia vera, Il Rifugio vi commuoverà grazie anche alle appassionanti interpretazioni di Natasha Richardson, Colm Feore, Martin Landau e Anne Bancroft...

Film gratuito per la scuola e il Giorno della Memoria: "Jona che visse nella balena".  
Jona è un bambino ebreo di quattro anni che vive ad Amsterdam prima dello scoppio della seconda guerra mondiale. Nel 1940, dopo l'occupazione della città da parte dei tedeschi, viene deportato insieme ai suoi genitori ebrei dapprima nel Campo di concentramento di Westerbork e quindi in quello di Bergen-Belsen, dove trascorrerà l'intero periodo della guerra.

Anita B., film (gratuito) per la scuola e il Giorno della Memoria
Si tratta di "Anita B.", la storia di una sedicenne sopravvissuta ad Auschwitz, che vive una storia d'amore combattuta tra la voglia di ricominciare e la volontà di non dimenticare.

"Il bambino con il pigiama a righe", film completo
Bruno è un bambino tedesco di otto anni. Un giorno, a seguito della promozione del padre, Bruno viene costretto a lasciare la città e tutti i suoi amici per trasferirsi in una casa di campagna insieme alla famiglia. Poco dopo il suo arrivo, il bambino scopre per caso che vicino alla sua nuova abitazione sorge un campo di concentramento. Lì, conosce Shmuel, un bambino ebreo, suo coetaneo. Nonostante tra i due vi sia del filo spinato e il tentativo degli adulti di infondere odio verso la razza ebraica, Bruno si dimostra fin da subito estraneo ai condizionamenti.

Film sulla Shoah: "La chiave di Sara", gratuito in lingua originale e con sottotitoli in inglese
Parigi ai giorni nostri. Julia Jarmond, una giornalista americana che vive in Francia da vent'anni, indaga sui dolorosi fatti del Vél' d'Hiv, il luogo in cui vennero concentrati migliaia di ebrei parigini prima di essere deportati nei campi di concentramento. Ricostruendo i fatti, Julia incontra Sarah, una donna che aveva 10 anni nel luglio 1942. Per Julia ciò che era soltanto materiale per un articolo diventa un fatto personale, che potrebbe essere legato ad un mistero della sua famiglia.

Film (gratuito) per il Giorno della Memoria: "Mi ricordo Anna Frank" (musiche di Ennio Morricone)
Per il Giorno della Memoria proponiamo un bellissimo film, disponibile gratuitamente, adatto a tutti gli ordini e gradi di scuola: "Mi ricordo Anna Frank".

La vita è bella con Roberto Benigni - Film completo in italiano
Questa è una storia semplice, eppure non è facile raccontarla. Come in una favola c'è dolore e come in una favola è piena di meraviglia e di felicità

Può anche interessarti:
Raccolta di film per la scuola e l'educazione civica (gratuiti)

Pagina con attività didattiche e materiali attinenti alle tematiche del Giorno della Memoria

sabato 23 gennaio 2021

Film sulla Shoah: "La chiave di Sara", gratuito in lingua originale e con sottotitoli in inglese

Il film è davvero molto bello e tratto da una storia vera. Non è adatto ai più piccoli: se ne consiglia la visione ai ragazzi del triennio della scuola superiore.

Il film di cui si ha disponibilità gratuita è in lingua originale (in francese) con sottotitoli in inglese: per questo può essere usato anche in modalità CLIL, mescolando il tema dell'olocausto all'esercizio delle competenze linguistiche.

TRAMA

 Parigi ai giorni nostri. Julia Jarmond, una giornalista americana che vive in Francia da vent'anni, indaga sui dolorosi fatti del Vél' d'Hiv, il luogo in cui vennero concentrati migliaia di ebrei parigini prima di essere deportati nei campi di concentramento.

 Ricostruendo i fatti, Julia incontra Sarah, una donna che aveva 10 anni nel luglio 1942

Per Julia ciò che era soltanto materiale per un articolo diventa un fatto personale, che potrebbe essere legato ad un mistero della sua famiglia.

Per approfondire le caratteristiche del film

Il film in lingua originale e con sottotitoli in inglese puoi vederlo qui:

LA CHIAVE DI SERA

Oppure puoi vederlo in basso:

giovedì 21 gennaio 2021

Film gratuito per la scuola e il Giorno della Memoria: "Il bambino con il pigiama a righe"

Bruno è un bambino tedesco di otto anni.

 Un giorno, a seguito della promozione del padre, Bruno viene costretto a lasciare la città e tutti i suoi amici per trasferirsi in una casa di campagna insieme alla famiglia. Poco dopo il suo arrivo, il bambino scopre per caso che vicino alla sua nuova abitazione sorge un campo di concentramento. 

Lì, conosce Shmuel, un bambino ebreo, suo coetaneo. Nonostante tra i due vi sia del filo spinato e il tentativo degli adulti di infondere odio verso la razza ebraica, Bruno si dimostra fin da subito estraneo ai condizionamenti.

Il film puoi vederlo qui:
"Il bambino con il pigiama a righe", film completo

Film gratuito per la scuola e il Giorno della Memoria: "Il rifugio"

1944, Ruth Gruber, una giovane ebrea americana, si impegna in una sfida all'apparenza impossibile: mettere in salvo quasi mille ebrei scampati all'incubo dell'Olocausto. In un'Europa sconvolta dalla guerra, l'indomabile Ruth, riesce a trovare la via per garantire ai sopravvissuti una speranza di nuova vita in America. Tratto da una storia vera, Il Rifugio vi commuoverà grazie anche alle appassionanti interpretazioni di Natasha Richardson, Colm Feore, Martin Landau e Anne Bancroft...

Il film puoi vederlo qui:
"Il rifugio" per non poter dimenticare...

Oppure guardalo in basso:

Avviso pubblico per la partecipazione al Premio scuola digitale 2021


Riportiamo dal sto del MI:

Avviso prot. n. 677 del 20 gennaio 2021 per la presentazione di candidature da parte delle istituzioni scolastiche per la partecipazione al Premio scuola digitale 2021. Scadenza: 25 febbraio 2021 - ore 15.00

m_pi.AOODGEFID.REGISTRO UFFICIALE(U).0000677.20-01-2021.pdf


Fonte:
https://www.miur.gov.it/web/guest/-/avviso-pubblico-per-la-partecipazione-al-premio-scuola-digitale-2021

Educazione civica, il 25 gennaio al via la terza edizione del progetto “La Costituzione… aperta a tutti”

Dal sito del MI:
 
Un nuovo ciclo di incontri per accompagnare studentesse e studenti delle scuole secondarie di II grado nella scoperta e nell’approfondimento della nostra Costituzione e dei suoi valori fondamentali.

Con il primo appuntamento di presentazione online, lunedì 25 gennaio dalle ore 10.00, si apre la III edizione del progetto La Costituzione… aperta a tutti. L’iniziativa, ideata nel 2018 dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi Roma Tre, nasce dall’esigenza di introdurre ragazze e ragazzi a un tema tanto importante con un metodo nuovo.

Il percorso formativo inizia con l’ascolto di lezioni di Maestri del diritto, che illustrano il significato di parole chiave della nostra Carta fondamentale. Si prosegue con approfondimenti e dibattiti sull’attualità della Costituzione con docenti più giovani. Questo “doppio binario” ha una precisa ragion d’essere: la riflessione viene svolta, infatti, sia attraverso lezioni frontali, preziose e autorevoli, sia attraverso confronti, dibattiti, lavori da svolgere sulle tematiche affrontate. Il coinvolgimento degli studiosi più giovani permette di ridurre la distanza generazionale tra docente e discenti, con una formula che favorisce una partecipazione attiva delle ragazze e dei ragazzi, facilitando l’assimilazione di concetti giuridici a volte particolarmente complessi. Negli incontri svolti con tali modalità, le domande sono in genere più frequenti e gli interventi sono caratterizzati da maggiore spontaneità.

Sino ad oggi è stato possibile organizzare le lezioni e gli incontri sia presso l’Università, invitando ad assistere gli studenti delle secondarie di II grado, sia presso le aule scolastiche, organizzando la trasferta del docente universitario a scuola, nel segno dello scambio di esperienze e conoscenze che si mira a realizzare. La situazione di emergenza sanitaria impone per questo anno scolastico di utilizzare la modalità a distanza.

Per la terza edizione del progetto “La Costituzione… aperta a tutti”- con la collaborazione dell'Istituto Einaudi di Roma, che lo sostiene assicurando il coordinamento con le altre scuole e fornendo la piattaforma per il collegamento telematico, e con il supporto del Ministero dell’Istruzione - sono previste lezioni inaugurali sulle parole chiave “Giustizia”, “Libertà” e “Onestà”. Successivi incontri di approfondimento saranno dedicati a: “Ambiente”, “Solidarietà e salute”, “Libertà ed eguaglianza”, “Libertà di manifestazione del pensiero”, “Libertà e responsabilità”, “Diritto di asilo e condizione giuridica dello straniero”, “Pena e risocializzazione”, “Lavoro e Repubblica democratica”, “La determinazione della politica nazionale”, “Le istituzioni di garanzia”, “Europa e diritti”.

È possibile seguire il convegno di presentazione del progetto su YouTube a questo link bit.ly/costituzioneapertaatutti

In allegato, la locandina con il programma del 25 gennaio e delle lezioni.

Film gratuito per la scuola e il Giorno della memoria: "Figli del destino", la storia (anche) di Liliana Segre

Continua la nostra rassegna di film per la scuola e, in particolare, in questo caso, per il Giorno della Memoria. 

In questo post consigliamo la visione di una bellissima pellicola: "Figli del destino".
Le vite di Liliana Segre, Lia Levi, Tullio Foà e Guido Cava vengono stravolte quando Vittorio Emanuele III firma le leggi razziali il 5 settembre 1938. Quella data segna, per i quattro ragazzi, l'inizio di una vita fatta di discriminazione, umiliazione, paura e sofferenze che culmina con la deportazione.
La ricostruzione delle loro vite è intervallata dalle testimonianze dei quattro protagonisti

Il film è visibile gratuitamente sul portale RaiPlay. Per fruirne è necessario essere registrati con username e password.

VAI AL FILM "FIGLI DEL DESTINO"

mercoledì 20 gennaio 2021

Giorno della Memoria: i migliori documentari gratuiti per la scuola


Riportiamo in questa pagina una serie di documentari utili per il Giorno della Memoria. Sono tutti gratuiti e liberamente fruibili: alcuni sono tratti dal portale Rai Play, altri da Youtube. 

Sono adatti a varie fasce di età, e ciascuno saprà valutare per i propri alunni o per i propri figli.

Raccolta di documentari: storie della Shoah
Al link proposto si trova una raccolta di 12 documentari adatti al Giorno della Memoria. Ciascuno sceglierà quello più adatto alle proprie esigenze.

Donne della Shoah: Tullia Zevi, Liliana Segre e le altre 
La Shoah e la persecuzione antisemita nazifascista raccontate dalle donne italiane che l'hanno vissuta sulla loro pelle e che hanno affidato i loro drammatici ricordi alle telecamere Rai. In questa raccolta, fra le altre, le storie di Tullia Zevi, Liliana Segre, Settimia e Giulia Spizzichino, Lia Levi ed Edith Bruck, nel loro impegno per non dimenticare e non far 
dimenticare.

La stella di Andra e Tati (ADATTO A TUTTI)
La vera storia delle sorelle Andra e Tatiana Bucci, deportate ad Auschwitz-Birkenau durante la Seconda guerra mondiale, all'età rispettivamente di quattro e sei anni, insieme a parte della loro famiglia

 Arnoldo Foà intervista Otto Frank, il padre di Anna Frank
Il padre di Anna Frank fu l'unico superstite dai campi di sterminio. Dopo la guerra venne a conoscenza del diario della figlia, lo lesse, lo corresse e lo diede alle stampe. Arnoldo Foa, in questo mini documentario, intervista proprio il padre dell'autrice del più celebre diario sulla Shoah.

Viaggio senza ritorno: il documentario di Ulisse (Alberto Angela) sulla Shoah
Il documentario parla del rastrellamento degli ebrei nel ghetto di Roma avvenuto il 16 ottobre 1943. Tutto era cominciato con le leggi razziali, che da un giorno all'altro avevano privato di tanti diritti e libertà migliaia di cittadini italiani solamente perché ebrei. Ed era finito con i campi di sterminio dai quali pochissimi si erano salvati dopo aver conosciuto ogni sorta di orrore. Alberto Angela racconterà le vicende nei luoghi stessi scenario dei tragici eventi. Il punto di forza sarà soprattutto la testimonianza diretta di coloro che sono scampati alla morte nei lager, certi che l'ascolto dalla loro viva voce sarà per i telespettatori una rinnovata occasione di riflessione, analisi e conoscenza. Tra le testimonianze quella della Senatrice Liliana Segre.

Shoah. I bambini hanno memoria - Il tempo e la storia
Lo speciale de Il Tempo e la Storia, in occasione del settantesimo anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz. Le due sorelle Bucci vengono deportate dai nazisti nel lager polacco nel marzo del 1944. Sono tra le più piccole. E proprio sui più piccoli, sui bambini che subirono la deportazione, su quanti non tornarono mai, punta l'obiettivo lo Speciale, con immagini dell'epoca, reportage, testimonianze dei sopravvissuti, documenti e il contributo scientifico di docenti e storici.

Inferno sulla Terra - Giornata della Memoria 2018
Ubaldo Pantani è ad Auschwitz, Birkenau, Dachau, i tragici scenari in cui si è consumata la Shoah. Ma anche nei luoghi italiani dell'orrore: al forno crematorio della Risiera di San Sabba a Trieste; a Fossoli, in Emilia, nel campo di concentramento dove transitò Primo Levi; al Binario 21 della Stazione Centrale di Milano dove il 30 gennaio del '44 iniziò la deportazione della neo senatrice Liliana Segre e di altre migliaia di ebrei verso il campo di concentramento di Auschwitz - Birkenau. Fra le voci dei sopravvissuti italiani all'orrore della persecuzione razziale raccolte da Massimiliano Boscariol e Fabio Di Nicola c'è anche la tragica testimonianza di Enrico Vanzini, l'ultimo componente ancora in vita di un sonderkommando, costretto dalle SS a rimuovere i corpi di altri ebrei dalle camere a gas per portarli alla cremazione.

"Per questo ho vissuto" 
"Per questo ho vissuto" è il titolo dello speciale di Nel cuore dei giorni Arancio, condoto da Fabio Bolzetta, dedicato alla Giornata della Memoria. In studio Alberto Mieli, uno dei pochi sopravvissuti agli orrori di Auschwitz-Birkenau; 12 ragazzi dell'istituto Pio XI, ritenuto giusto fra le nazioni grazie all'eroica azione di padre Armando Alessandrini, direttore allora dell'Istituto stesso; Alberto Venezia, figlio di Shlomo Venezia, testimone della Shoà scomparso da 2 anni. In un servizio la testimonianza di Sami Modiano, ebreo italiano di Rodi sopravvissuto ad Auschwitz-Birkenau. I giovani del liceo ebraico Levi, raccontano il senso del Giorno della Memoria per tutti i giovani, ebrei e non ebrei.

Olocausto - Volevo Solo Vivere (Documentario Auschwitz-La Shoah Italiana)
Olocausto - Volevo Solo Vivere (Documentario Auschwitz-La Shoah Italiana): Video soggetto a limiti di età (per effetto delle Norme della community)

Kapo. Documentario israeliano. Film completo in italiano. Kapo (1999) è un film documentario israeliano sui kapos ebraici che hanno collaborato con i nazisti tedeschi nei campi di concentramento durante la seconda guerra mondiale. Il film è stato scritto, diretto e prodotto da Dan Setton, con Tor Ben Mayor e Danny Paran in collaborazione con Spiegel TV della Germania e Rai 3 d'Italia. È stato il primo film israeliano a vincere un Emmy Award internazionale, che ha ricevuto nella categoria Miglior documentario.

martedì 19 gennaio 2021

Film gratuito per la scuola e il Giorno della Memoria: "Jona che visse nella balena". Puoi vederlo qui

Jona è un bambino ebreo di quattro anni che vive ad Amsterdam prima dello scoppio della seconda guerra mondiale. Nel 1940, dopo l'occupazione della città da parte dei tedeschi, viene deportato insieme ai suoi genitori ebrei dapprima nel Campo di concentramento di Westerbork e quindi in quello di Bergen-Belsen, dove trascorrerà l'intero periodo della guerra. A Bergen-Belsen vive in una baracca con la madre, mentre il padre è assegnato ad un altro settore del campo. Il bambino subisce freddo, fame, paure, sofferenze, angherie anche da parte degli altri ragazzi

Sono rarissimi i casi in cui viene trattato con garbo: solo il cuoco, che dopo morirà, e il medico dell'ambulatorio sono gentili con lui. Il destino dei genitori di Jona è tragico: il padre muore per stenti e denutrizione. Negli ultimi giorni di guerra, Jona e la madre vengono evacuati dal campo a bordo di un treno che vagherà per giorni nel territorio tedesco prima di essere liberato dalla truppe sovietiche. La madre non si riprende dalle sofferenze subite; impazzisce per la morte del marito e muore in un ospedale, nei giorni seguenti alla liberazione. Jona torna ad Amsterdam dove viene adottato da una famiglia di amici della famiglia. Infine il film dice che Jona è ancora vivo e che fa lo scienziato.

VAI AL FILM: "JONA CHE VISSE NELLA BALENA"

OPPURE GUARDALO IN BASSO:

lunedì 18 gennaio 2021

Non per profitto. Perché il mondo ha bisogno delle materie umanistiche



Il titolo del libro che propongo in questo caso è leggermente diverso rispetto al titolo riportato
nel post.
Il libro, di Martha C. Nussbaum, dice: "Perché le democrazie hanno bisogno ha bisogno della cultura umanistica"; nel post, invece, ho scritto: "Perché il mondo ha bisogno ha bisogno delle materie umanistiche".
Le ragioni di questa modifica che mi sono permesso di osare sono semplici: innanzitutto credo, e spero, che i più desiderino un mondo democratico, e da qui la modifica da "democrazie" a "mondo"; in secondo luogo la cultura umanistica passa anche, e forse soprattutto, attraverso la scuola, dove le "materie umanistiche", appunto, organizzate in curricoli e con solide basi epistemologiche, possono costruire quella "cultura umanistica" di cui tanto si sente bisogno.


Le ragioni di questa necessità? Ecco le parole che introducono questo testo che consiglio:
Assistiamo oggi a una crisi strisciante, di enormi proporzioni e di portata globale, tanto più inosservata quanto più dannosa per il futuro della democrazia: la crisi dell'istruzione. Sedotti dall'imperativo della crescita economica e dalle logiche contabili a breve termine, molti paesi infliggono pesanti tagli agli studi umanistici ed artistici a favore di abilità tecniche e conoscenze pratico-scientifiche. E così, mentre il mondo si fa più grande e complesso, gli strumenti per capirlo si fanno più poveri e rudimentali; mentre l'innovazione chiede intelligenze flessibili, aperte e creative, l'istruzione si ripiega su poche nozioni stereotipate. Non si tratta di difendere una presunta superiorità della cultura classica su quella scientifica, bensì di mantenere l'accesso a quella conoscenza che nutre la libertà di pensiero e di parola, l'autonomia del giudizio, la forza dell'immaginazione come altrettante precondizioni per una umanità matura e responsabile.


domenica 17 gennaio 2021

Nuova valutazione scuola primaria: qui i link ai corsi di formazione

Il Ministero dell'Istruzione ha organizzato due seminari, l'11 e il 12 gennaio 2021, per formare i docenti e, in generale, il personale della scuola, sulla nuova valutazione nella scuola primaria.

Di seguito riportiamo tutte le registrazioni attraverso cui iniziare, o proseguire, la formazione sul tema.

Il primo gruppo di materiali è rivolto essenzialmente ai dirigenti scolastici, gli altri due ai docenti.

************

Webinar 11 gennaio 2021, ore 11 (Per Dirigenti Scolastici) – Dai voti ai giudizi descrittivi nella scuola primaria. Il quadro normativo

Registrazione evento (attraverso Teams)

Presentazione Maria Rosa Silvestro

Presentazione Roberto Ricci

Presentazione Milena Piscozzo

 

Webinar 11 gennaio 2021, ore 17 – Obiettivi di apprendimento e criteri di valutazione

Registrazione evento (attraverso Teams)

Presentazione di Gabriella Augusti

Presentazione Ketty Savioli

Presentazione Laura Parigi

 

Webinar 12 gennaio 2021, ore 17 – Strumenti valutativi e documento di valutazione

Registrazione evento

Presentazione Elisabetta Nigris

Presentazione Sonia Sorgato

Presentazione Milena Piscozzo

Presentazione delle norme sulla valutazione nella scuola primaria

venerdì 15 gennaio 2021

Film (gratuito) per la scuola e l'educazione civica: Joyeux Noel


 Il cinema ci aiuta nella didattica, e nella riflessione su svariati aspetti della vita, più di quanto a volte non si creda.
Sosteniamo i valori della fratellanza, denunciamo gli orrori della guerra e della violenza, ma spesso le parole rendono meno di quanto invece possa fare una pellicola di qualità come "Joyeux Noel, "Gioioso Natale".
Si tratta di un bellissimo film tratto da una storia vera, ambientato durante la I Guerra Mondiale: l'esercito franco-bitannico e quello tedesco si affrontano senza pietà, tra massacri, bombardamenti e tregue.
Ma anche lì arriva il Natale, anche lì arriva quel freddo imbiancato di neve che evoca il calore umano, che trasforma in fratelli i nemici.
È il racconto romanzato di un episodio reale accaduto nel dicembre 1914, quando Guglielmo di Prussia, principe ereditario dell'impero tedesco, mandò il primo cantante dell'Opera di Berlino in visita al fronte. Quando il tenore, Walter Kirchhoff, cantò per il 120º e il 124º reggimento Württemberg, i soldati francesi salirono sulle proprie trincee e applaudirono.
Le possibilità di riflessione, dibattito, approfondimento sono molteplici e a discrezione degli insegnanti.

Oppure puoi guardarlo in basso:

giovedì 14 gennaio 2021

"Fila la Rima", una raccolta di poesie e filastrocche per la scuola dell'infanzia e primaria. Puoi scaricarla qui

 Il libriccino che proponiamo, di 78 pagine, è una bellissima raccolta di poesie e filastrocche, per la scuola dell'infanzia e per i primi anni della primaria, inventate e composte nelle scuole dell'infanzia del Trentino.


Per chi volesse una presentazione dettagliata di questo piccolo volume, lasciamo la parola e Miriam Pintarelli, direttrice dell'ufficio di coordinamento pedagogico generale, che lo introduce:

C’è nelle scuole un patrimonio di inventiva pronto a dare frutti colorati per ogni occasione del tempo e del fare, del giocare e dell’apprendere. Fra le molte attività spesso nascono infatti canzoni e poesie che accompagnano lo scorrere delle giornate, coronano gli eventi, diventano regali per le feste o semplici momenti di allegria. 

Sono testi che vanno ad aggiungersi a quelli presi dagli appositi libri o dalla tradizione oppure vengono inventati da bambini e insegnanti intorno ad un tema o anche solo per il piacere di giocare con i suoni delle parole in divertenti esperienze linguistiche. Trovare rime fra le sillabe e dare ritmo a un testo è un’attività che sviluppa notevolmente l’intelletto, ma far poesia è anche un’occasione per accedere alla metafora e dar voce a emozioni e sogni. 

Le poesie e filastrocche scolastiche entrano nelle programmazioni vicino ai disegni, stanno nelle teche che i bambini portano a casa, appartengono a quell’anno e a quell’argomento, perciò a volte capita che se ne perdano le tracce. Ed è un peccato. Per questo si è pensato di fermarle in un libro, per poterle ritrovare e per farle viaggiare, perché altre insegnanti e altri bambini le possano leggere e utilizzare, ne possano ricavare uno spunto o un sorriso.

Il materiale, giunto da molte scuole dell’infanzia provinciali, è stato raggruppato in cinque capitoli: “bambino e famiglia”, “tempo e natura”, “fantasia”, “scuola” e una sezione è dedicata alle poesie in dialetto trentino o nelle lingue presenti sul territorio della Provincia oltre all’italiano: il ladino, il mocheno e il cimbro. Ancora una volta i bambini potranno scoprire che ci sono altre parole che indicano lo stesso oggetto e questo risulta sempre qualcosa che incuriosisce e apre la mente. 

Abbiamo immaginato un libro colorato, con personaggi che simpaticamente affiancano i testi, un volumetto da leggere nei momenti in cui si ha il tempo solo per ascoltare qualcosa di breve o quelli in cui si cerca una poesia nuova per le tipiche festività o per accostarla a qualche gioco.

Le illustrazioni che affiancano i testi sono state prodotte da due insegnanti appassionate di disegno, che hanno messo a disposizione capacità e immaginario per aggiungere alle rime il piacere di una figura accattivante che i bambini certo gradiranno.

 Questo volumetto nasce dunque dalle scuole dell’infanzia provinciali e alle scuole ritorna, per essere sfogliato e letto, magari in qualche punto anche imparato a memoria. Ma siamo sicuri che produrrà pure un altro effetto: la voglia di pensare che le prossime produzioni poetiche che nasceranno potrebbero essere anch’esse raccolte in un libro per arrivare ad altri bambini e bambine, maestre e maestri, e perciò verranno conservate. I temi magari si ripeteranno, ma non importa, perché la fantasia li saprà trasformare ancora e ancora. Per moltissimo tempo. 

Miriam Pintarelli

 Direttore Ufficio di coordinamento pedagogico generale

sabato 9 gennaio 2021

Capire i comportamenti dei bambini: "Perché fai così?". Un libro di Alli Beltrame

Si tratta di un libro ricco di consigli utili per affrontare al meglio le situazioni critiche più diffuse in famiglia e a scuola.
Un esempio? Se un bambino ride in faccia a qualcuno che lo sta sgridando non si prende gioco di lui, anzi: sta cercando di riequilibrare la situazione, di riportare il buonumore. Il motivo è semplice: il bambino quando ride ed è allegro è abituato a ricevere sorrisi dagli altri dunque cerca di mettere in atto la stessa strategia.

Dalla presentazione: 
Quante volte vi siete chiesti perché i vostri figli dicono sempre di no? Quante volte li avete sgridati perché non vi ascoltano o perché dicono le parolacce? Quante volte, insomma, avete domandato ai vostri figli: perché fai così?
Per rispondere a queste domande c'è il nuovo libro di Alli Beltrame. Abbinando la sua sensibilità di mamma e counselor all'esperienza di Daniela Bruni, terapista neuropsicomotoria specializzata nello sviluppo infantile, Alli Beltrame fornisce un libro pieno di informazioni sullo sviluppo neurologico dei vostri figli e altrettanti consigli per affrontare al meglio le situazioni critiche più diffuse per ogni genitore (il bambino fa i capricci, non si lava, picchia, non dorme...).
 Insomma, questo libro sarà per voi un pratico traduttore portatile per aiutarvi a decifrare cosa vogliono comunicarvi i vostri bambini con i loro comportamenti apparentemente illogici che spesso, da genitore, risultano così difficili da comprendere e accettare.

VAI AL LIBRO "Perché fai così?"

Altri libri di Alli Beltrame:

Invece di dire... Prova a dire...: Le parole per educare i bambini con amorevole fermezza


martedì 5 gennaio 2021

Anita B., film (gratuito) per la scuola e il Giorno della Memoria

 
Dopo il film "Mi ricordo Anna Frank" consigliamo la visiona di un'altra pellicola molto bella adatta alla proiezione a scuola in occasione del Giorno della memoria.

Si tratta di "Anita B.", la storia di una sedicenne sopravvissuta ad Auschwitz, che vive una storia d'amore combattuta tra la voglia di ricominciare e la volontà di non dimenticare.

Il film è tratto dal romanzo "Quanta stella c'è nel cielo" di Edith Bruck.

Riteniamo che possa essere apprezzato e capito dalla scuola secondaria di I grado in su.

La trama in breve:
È il 1945, la seconda guerra mondiale è appena terminata e Anita, sedicenne ebrea ungherese sopravvissuta ad Auschwitz, ma rimasta orfana, è accolta in casa della zia paterna Monika a Zvíkovské, in Cecoslovacchia. Anita ora vive con la zia, lo zio Aron, il piccolo Roby, figlio dei due, e Eli, fratello di Aron e quindi cognato di Monika in una casa confiscata dal governo cecoslovacco ai tedeschi espulsi dal Paese dopo la guerra.
Passano i giorni e Anita comincia a lavorare in una sartoria, dove fa amicizia con David. Nel frattempo tra Anita e Eli inizia una tormentata storia d'amore. Un giorno Anita scopre di essere incinta: vorrebbe confidarsi con David, ma il giovane è partito per Gerusalemme. Quando rivela a Eli il suo stato, l'uomo reagisce male e decide di portare l'amante a Praga per farla abortire. Anita è riluttante, ma lo segue a Praga, poiché crede di esserne innamorata. Al momento dell'intervento, il medico si rende conto che Anita vorrebbe tenere il bambino e le somministra un calmante per simulare un'anestesia. Poi la congeda riconsegnando a lei il denaro sborsato da Eli per l'aborto. Anita torna con Eli alla loro stanza d'albergo e lui esce chiudendola a chiave all'interno.
 Anita, capendo finalmente di non essere amata da Eli, scappa saltando dal balcone e raggiunge il centro di accoglienza per ebrei della città, dove sa che vengono organizzati viaggi verso Marsiglia, per poi salpare verso la Palestina. La giovane, infine, riesce a partire assieme ad altri ragazzi ebrei per raggiungere Gerusalemme, dove c'è David, e, sul camion che la porterà a Marsiglia, viaggia serena verso il passato del suo popolo con un solo bagaglio: il futuro.

Il film è disponibile gratuitamente sulla piattaforma Rai Play a questo link:

Per usufruire gratuitamente dei film su Rai Play basta semplicemente iscriversi al portale.

Qui puoi vedere il TRAILER

Oppure guardalo direttamente in basso:

Film (gratuito) per il Giorno della Memoria: "Mi ricordo Anna Frank" (musiche di Ennio Morricone)


Per il Giorno della Memoria proponiamo un bellissimo film, disponibile gratuitamente, adatto a tutti gli ordini e gradi di scuola: "Mi ricordo Anna Frank".

Questa, in breve, la trama:
Hanneli Goslar e Anna Frank, sono due adolescenti tedesche di origine ebrea che vivono ad Amsterdam da quando le famiglie sono state costrette ad abbandonare la Germania, a seguito dell'avvento al potere di Hitler e la promulgazione delle leggi razziali. La loro amicizia è molto profonda, ma saranno costrette a dividersi, poiché con l'occupazione tedesca, e le conseguenti improvvise sparizioni di amici e parenti, la stessa famiglia Frank si era rifugiata in un piccolo alloggio segreto, ricavato in una soffitta, dove, con tutte le difficoltà relative, passò più di due anni assieme ad altri ebrei. Le due amiche si ritroveranno loro malgrado nel campo di concentramento di Bergen-Belsen
Le due ragazze non smettono di cercarsi, continuando a sperare in un futuro migliore oltre la guerra. Lì Anna è tra i deportati senza alcun privilegio e lì troverà la morte ad un solo mese dall'arrivo degli alleati, mentre Hanneli, che era tra quelli con privilegi, riuscirà a sopravvivere e a ricordare l'amica morta.

Tratto dal libro di Alison Leslie Gold: MI RICORDO ANNA FRANK

Le musiche sono di Ennio Morricone

DOVE TROVARE IL FILM:
Il film è disponibile, in
alta definizione e gratuitamente, sul portale Rai Play a questo indirizzo:
https://www.raiplay.it/programmi/miricordoannafrank

Per guardarlo su Rai Play è necessario registrarsi, indicando username e password (come per qualsiasi altra registrazione).

Il film si può vedere anche su youtube, cliccando al link seguente oppure guardandolo direttamente in basso su questa pagina:

Raccolta di film per la scuola e l'educazione civica (per lo più gratuiti)

In questa pagina raccogliamo una serie di film belli e utili per la scuola, attraverso cui è anche possibile sviluppare percorsi nell'ambito dell'educazione civica.
Molti di essi (purtroppo non tutti) sono gratuiti: nell'articolo a cui si rimanda, cliccando sul titolo di ciascuno, sono inseriti i link di riferimento. 

********************

"Ulysses": il film di animazione sull'Odissea per bambini e ragazzi è disponibile gratuitamente.
Con il film di animazione che proponiamo qui possiamo aprire le porte di questo mondo meraviglioso anche ai bambini e ai ragazzi. Difatti, è disponibile gratuitamente su YouTube una bellissima rappresentazione dell'Odissea in cartone animato.

Film per la scuola e (anche) per l'educazione civica: "La mia classe". Lo trovi qui
"La mia classe" è un bellissimo film che parla di inclusione, diversità, integrazione, riscatto. Roma, quartiere Pigneto. Si gira un film su un gruppo di extracomunitari che studia l'italiano, nella speranza di ottenere il permesso di soggiorno. Un attore italiano recita il ruolo di un maestro idealista

"Scialla! (Stai sereno)", un film sulla scuola, sui prof., sui genitori. Da vedere in classe o a casa. Lo trovi qui
Ed ecco un altro bel film sulla scuola, sulle relazioni educative, sul ruolo dei genitori e ... degli insegnanti. In questo caso si tratta proprio di un film che va benissimo sia per la classe (tante sono le tematiche educative di cui discutere), che per genitori e insegnanti.

"Il figlio dell'altra", un film su Israeliani e Palestinesi da vedere e da proporre in classe
La questione Israeliana e palestinese, insomma, vista non dai capi politici, non da funzionari, non dai giornalisti né dagli storici, ma dalle persone, coinvolte in una singolare vicenda che sarà il punto di partenza verso la conoscenza reciproca e la comprensione.

"Ulysses": il film di animazione sull'Odissea per bambini e ragazzi è disponibile gratuitamente.
Con il film di animazione che proponiamo qui possiamo aprire le porte di questo mondo meraviglioso anche ai bambini e ai ragazzi. Difatti, è disponibile gratuitamente su YouTube una bellissima rappresentazione dell'Odissea in cartone animato.

Un film breve gratuito sul cyberbullismo: "La stanza - The room", per la scuola e non solo 
È il giorno di Natale. Andrea sta chattando, solo la luce bianca dello schermo del computer illumina la stanza buia. Ad un tratto i suoi genitori entrano sconvolti nella camera insieme ad un poliziotto: una foto nuda di Andrea è stata pubblicata su internet...

Un film straordinario sull'adolescenza e i disturbi alimentari: "Fino all'osso"
La vicenda vede protagonista Ellen, una ragazza di vent'anni che ha l'obiettivo di dimagrire fino al punto in cui il suo braccio possa rientrare tra l'indice e il pollice della mano. 
Nella storia si intrecciano dinamiche familiari complesse, incomprensioni, sentimenti contrastanti e distruttivi. La drammaticità della malattia emerge potentemente, come anche la possibilità di uscirne e di riscattarsi con l'aiuto degli altri e con una forte determinazione personale.

Film sulla scuola e sull'adolescenza: "Il ragazzo invisibile" - Disponibile gratuitamente
Michele è un tredicenne che vive con la madre in una tranquilla cittadina sul mare. E' un ragazzo timido, impopolare a scuola ed è segretamente innamorato di Stella, una sua compagna di classe. Un giorno però la vita di Michele cambia drasticamente, quando, dopo aver indossato un costume per Halloween, scopre di essere invisibile.

 Film per la scuola e l'educazione civica: "Alla luce del sole", la storia di don Pino Puglisi. Puoi vederlo qui
 Nel nostro "censimento" di film adatti alla scuola e ai nostri alunni non può mancare "Alla luce del sole".
La storia è bella, commovente, vera: si tratta della vicenda di Don Pino Puglisi, sacerdote siciliano del quartiere Brancaccio di Palermo ucciso dalla mafia nel 1993

Film per la scuola: "Vado a scuola". Disponibile gratuitamente. Quando studiare è un'impresa
Ciò che lascia senza parole è che si tratta di storie vere. Verissime.
Spinti dal desiderio di conoscenza e la speranza di un futuro migliore, quattro bambini affrontano con difficoltà le avversità dell'ambiente che li circonda.

Film per la scuola: "Rosso come il cielo". Visibile gratuitamente (per ora) su youtube
Rosso come il cielo è un film bellissimo, adatto alla proiezione a scuola a studenti di tutte le età (eccetto ovviamente quelli troppo piccoli, direi fino alla seconda/terza elementare). Fa riflettere e commuovere, sensibilizza e stimola. 

"Cyberbulli - pettegolezzi on line": film per la scuola sul cyberbullismo. Gratis, puoi vederlo qui
Un collega lo ha fatto vedere alla classe, con ottimi risultati. Me lo ha consigliato e difatti, dopo averlo visto su Youtube gratuitamente, confermo che è un ottimo film per sensibilizzare, discutere e affrontare seriamente il problema del bullismo in rete.

Film per e sulla scuola: "Lezioni di sogni" (disponibile gratis, per ora)
Si tratta di un film molto bello, di produzione tedesca.
Ovviamente parla di scuola, di relazioni con gli studenti, di inclusione, di didattica, di innovazione e conservatorismo, e queste sono le ragioni per cui lo proponiamo su questo sito.

Storie per la scuola: "A spasso con BOB". Quando una donna, una chitarra e ... BOB ti salvano la vita
Nessuno si salva da solo, neppure James Bowen.
In molti non ce la fanno, ma in ogni storia in cui, invece, qualcuno ci riesce c'è sempre un denominatore comune: le relazioni, quelle belle che ti cambiano la vita.

Cinema e studenti: Billy Elliott, il film perfetto per i preadolescenti - Di Alberto Pellai
Billy Elliott non è solo un film, ma è anche un bellissimo trattato di psicologia della preadolescenza, utilissimo per chi sta crescendo un figlio nell’“età dello tsunami”.

Film per studenti: “Ovunque tu sia, vai a scuola”: Il ragazzo che catturò il vento
La storia è tratta da una vicenda realmente accaduta, e questo la rende molto più interessante.
Un film da proiettare nelle scuole e da vedere in famiglia: è una storia di tenacia, miseria, intelligenza, disperazione e riscatto. E di scuola, soprattutto.

"Stelle sulla terra", il famoso film sulla dislessia è disponibile gratuitamente in versione integrale
In molti si sono commossi durante la visione di "Stelle sulla Terra" o, per dirlo in lingua originale, Taare Zamen Par. Si tratta di uno dei migliori film sulla dislessia degli ultimi anni.

Film per la scuola e per l'educazione civica: La Parola ai Giurati. Puoi vederlo gratuitamente
Dopo averlo visto per 4 volte (e lo vedrò ancora) sono convinto che il film "La parola ai giurati" di Sidney Lumet sia una capolavoro utilissimo per la proiezione in classe, adatto ad alunni dal terzo anno di scuola secondaria di I grado in su. 

Film (gratuito) per il Giorno della Memoria: "Mi ricordo Anna Frank" (musiche di Ennio Morricone)
Hanneli Goslar e Anna Frank, sono due adolescenti tedesche di origine ebrea che vivono ad Amsterdam da quando le famiglie sono state costrette ad abbandonare la Germania, a seguito dell'avvento al potere di Hitler e la promulgazione delle leggi razziali...

Raccolta di film gratuiti per il Giorno della Memoria, per ogni scuola, per ogni età

Le vite di Liliana SegreLia LeviTullio Foà e Guido Cava vengono stravolte quando Vittorio Emanuele III firma le leggi razziali il 5 settembre 1938. Quella data segna, per i quattro ragazzi, l'inizio di una vita fatta di discriminazione, umiliazione, paura e sofferenze che culmina con la deportazione.

La stella di Andra e Tati, un cartone bellissimo sulla Shoah per tutte le età, tratto da una storia vera.
La stella di Andra e Tati è un cartone bellissimo della durata di 28 minuti che racconta la Shoah dal punto di vista di due bambini di 4 e 6 anni: è la vera storia delle sorelle Andra e Tatiana Bucci, deportate ad Auschwitz-Birkenau durante la Seconda guerra mondiale insieme a parte della loro famiglia. 

Un'appassionante fuga dall'olocausto in "Il rifugio" per non poter dimenticare
1944, Ruth Gruber, una giovane ebrea americana, si impegna in una sfida all'apparenza impossibile: mettere in salvo quasi mille ebrei scampati all'incubo dell'Olocausto. In un'Europa sconvolta dalla guerra, l'indomabile Ruth, riesce a trovare la via per garantire ai sopravvissuti una speranza di nuova vita in America. Tratto da una storia vera, Il Rifugio vi commuoverà grazie anche alle appassionanti interpretazioni di Natasha Richardson, Colm Feore, Martin Landau e Anne Bancroft...

Film gratuito per la scuola e il Giorno della Memoria: "Jona che visse nella balena".  
Jona è un bambino ebreo di quattro anni che vive ad Amsterdam prima dello scoppio della seconda guerra mondiale. Nel 1940, dopo l'occupazione della città da parte dei tedeschi, viene deportato insieme ai suoi genitori ebrei dapprima nel Campo di concentramento di Westerbork e quindi in quello di Bergen-Belsen, dove trascorrerà l'intero periodo della guerra.

Anita B., film (gratuito) per la scuola e il Giorno della Memoria
Si tratta di "Anita B.", la storia di una sedicenne sopravvissuta ad Auschwitz, che vive una storia d'amore combattuta tra la voglia di ricominciare e la volontà di non dimenticare.

"Il bambino con il pigiama a righe", film completo
Bruno è un bambino tedesco di otto anni. Un giorno, a seguito della promozione del padre, Bruno viene costretto a lasciare la città e tutti i suoi amici per trasferirsi in una casa di campagna insieme alla famiglia. Poco dopo il suo arrivo, il bambino scopre per caso che vicino alla sua nuova abitazione sorge un campo di concentramento. Lì, conosce Shmuel, un bambino ebreo, suo coetaneo. Nonostante tra i due vi sia del filo spinato e il tentativo degli adulti di infondere odio verso la razza ebraica, Bruno si dimostra fin da subito estraneo ai condizionamenti.

Film sulla Shoah: "La chiave di Sara", gratuito in lingua originale e con sottotitoli in inglese
Parigi ai giorni nostri. Julia Jarmond, una giornalista americana che vive in Francia da vent'anni, indaga sui dolorosi fatti del Vél' d'Hiv, il luogo in cui vennero concentrati migliaia di ebrei parigini prima di essere deportati nei campi di concentramento. Ricostruendo i fatti, Julia incontra Sarah, una donna che aveva 10 anni nel luglio 1942. Per Julia ciò che era soltanto materiale per un articolo diventa un fatto personale, che potrebbe essere legato ad un mistero della sua famiglia.

Film (gratuito) per il Giorno della Memoria: "Mi ricordo Anna Frank" (musiche di Ennio Morricone)
Per il Giorno della Memoria proponiamo un bellissimo film, disponibile gratuitamente, adatto a tutti gli ordini e gradi di scuola: "Mi ricordo Anna Frank".


La vita è bella con Roberto Benigni - Film completo in italiano
Questa è una storia semplice, eppure non è facile raccontarla. Come in una favola c'è dolore e come in una favola è piena di meraviglia e di felicità


Altre raccolte di film da sbirciare:

CINEFORUM PER SECONDARIA DI I e II GRADO E DOCENTI (Tematiche educative)
In questa pagina è raccolta una serie di film utili per le scuole secondarie di II grado e per la riflessione pedagogica e la formazione professionale dei docenti.  Si trovano contribuiti cinematografici dedicati a svariati temi educativi, che possono indurre alla riflessione e alla discussione; a partire da ciò è possibile strutturare dibattiti e/o completi percorsi didattici.

CINEFORUM A SCUOLA - Primaria e Secondaria di I Grado
In questa sezione vengono proposti diversi film e animazioni adatti alle proiezioni nelle scuole, suddivisi per ordine e grado di scuola. Le proposte sono attinenti sia a tematiche educative rilevanti - riferite a temi fondamentali quali la crescita umana, psicologica e spirituale della persona, e a questioni di convivenza civile -  sia ad argomenti riconducibili alle diverse discipline di studio e adattabili ai piani di lavoro specifici delle classi.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...