Seguici con il Feed Rss

PARTECIPA ALLA NOSTRA COMMUNITY!

martedì 29 marzo 2022

Insegnare (e imparare) l'inglese con centinaia di risorse interattive: My English Scrapbook

Al link in basso segnaliamo una risorsa on line utilissima e molto ricca: My English Scrapbook.

Scrapbook in inglese vuol dire "album" e difatti l'interfaccia grafica richiama tante finestrelle come in un album. 

Cliccando poi su ogni quadratino si accede a risorse didattiche per insegnare o imparare l'inglese.

C'è davvero di tutto; serve solo un po' di pazienza per scovare cosa fa al caso nostro.

VAI A MY ENGLISH SCRAPBOOK

*********

PER ALTRE RISORSE DIDATTICHE UTILI PER INSEGNARE O IMPARARE
L'INGLESE PUOI CLICCARE QUI

lunedì 28 marzo 2022

"Ho amici in paradiso", la disabilità in un film toccante, per la scuola. Disponibile qui

Felice è un 45enne di Gallipoli, condannato a un anno ai servizi sociali per bancarotta fraudolenta. Dovrà recarsi a Roma per scontare la pena presso un centro specializzato per l'assistenza ai disabili. L'impatto è molto forte. Sin da subito conosce Giulia, la psicologa del centro.

VAI AL FILM CLICCANDO QUI

**************

Cliccando qui sarai ricondotto/a alla nostra
 MEGA RACCOLTA di film gratuiti per la scuola


*****************

LA TRAMA NEL DETTAGLIO
Felice Castriota è un 
commercialista salentino impulsivo e superficiale. È colto in flagrante a riciclare soldi della malavita ma in cambio di informazioni su U Pacciu, un noto malavitoso locale, evita la galera e viene affidato ai servizi sociali. Assegnato alla Casa San Giuseppe, dell'opera Don Guanella di Roma, il protagonista si trova ad avere a che fare con persone fisicamente menomate e in condizioni intellettive anche gravi. Aiutato da Giulia, giovane psicologa del centro, Felice supera i problemi iniziali e per la prima volta inizia a sentirsi parte di una grande famiglia. Ma il passato torna a fare i conti con il protagonista quando si trova a dover fronteggiare la minaccia di U Pacciu, uscito di prigione in libertà vigilata ma deciso a vendicarsi.

VAI AL FILM CLICCANDO QUI

**************

Cliccando qui sarai ricondotto/a alla nostra
 MEGA RACCOLTA di film gratuiti per la scuola

venerdì 25 marzo 2022

"Come diventare grandi nonostante i genitori": un film gratuito per ragazzi, adulti, scuola. Lo trovi qui

La decisione della preside Silvia Ruffini di non aderire al concorso scolastico nazionale per il gruppo musicale "Alex & Co." (composto da Alex Leoni, Nicole De Ponte, Emma Ferrari, Christian Alessi, Samuele "Sam" Costa e Davide Aiello), sarà un colpo traumatico per loro, data la loro passione sfrenata per la musica. Inizialmente i genitori prenderanno le difese dei propri figli, ma poi la preside deciderà di raddoppiare i compiti a casa.

 Contro genitori e preside, i ragazzi decidono di iscriversi al concorso musicale.

 La sfida sembra impossibile e invece porterà i ragazzi a crescere in modo sorprendente.

VAI AL FILM CLICCANDO QUI

**************

Cliccando qui sarai ricondotto/a alla nostra
 MEGA RACCOLTA di film gratuiti per la scuola


*****************

Se vuoi, il film puoi vederlo anche in basso:

lunedì 21 marzo 2022

La tutela dell'ambiente in ed. civica, un film gratuito per affrontare il tema: HOME. Lo trovi qui

Home è un documentario su ambiente e cambiamento climatico di Yann Arthus-Bertrand, prodotto da Luc Besson, diffuso contemporaneamente il 5 giugno 2009 nelle sale cinematografiche di 50 paesi, in concomitanza con la giornata mondiale dell'ambiente.

Home denuncia lo stato attuale della Terra, il suo clima e le ripercussioni a lungo termine sul suo futuro. Un tema che viene continuamente espresso lungo tutto il documentario è quello della interazione tra tutti gli esseri viventi.

Concepito come un reportage di viaggio, il film è realizzato quasi interamente con immagini aeree.

**************

Cliccando qui sarai ricondotto/a alla nostra
 MEGA RACCOLTA di film gratuiti per la scuola


*****************

In fondo la descrizione dettagliata della trama.

PER ANDARE AL FILM DOCUMENTARIO CLICCA QUI

Oppure puoi guardarlo in basso:


LA TRAMA DETTAGLIATA:

Il documentario inizia con le riprese di grandi paesaggi vulcanici, spiegando la connessione che esiste tra le alghe monocellulari e la nascita della vita sul nostro pianeta. Successivamente il documentario approfondisce tematiche riguardanti le attività dell'uomo e sui nefasti effetti che queste stesse attività producono sull'ecosistema. Partendo dalla rivoluzione agricola e il suo impatto sulla natura, vengono affrontate le questioni riguardanti il petrolio, l'industrializzazione, le città e le disuguaglianze sociali, che non sono mai state così grandi quanto nel nostro tempo. L'attuale situazione degli allevamenti di bovini, la deforestazione in Amazzonia e in altre parti del mondo, la carenza di prodotti alimentari e di acqua pulita, l'eccessiva estrazione di materie prime e la sempre maggiore richiesta di energia elettrica sono alcuni dei temi trattati. Città come New York, Las Vegas, Los Angeles, Mumbai, Tokyo e Dubai sono mostrate come esempio di pessima gestione con i loro ingenti sprechi di energia, acqua e cibo. Lo scioglimento dei ghiacciai e l'essiccamento delle paludi e dei grandi fiumi vengono mostrati attraverso le riprese aeree effettuate in Antartide, al Polo Nord e in Africa, denunciando l'aumento della emigrazione di massa e dei rifugiati nel caso in cui non vengano subito prese le adeguate contromisure.

A questo punto del documentario viene posta l'attenzione sul riscaldamento globale e il buco dell'ozono, evidenziando come lo scioglimento dei ghiacciai, l'innalzamento del livello del mare e il cambiamento meteorologico non hanno solo a che fare con il terzo mondo, ma che, continuando di questo passo, molto presto interesseranno anche le regioni più sviluppate. Per circa tre minuti del film vengono forniti i dati sulla situazione attuale che vengono visualizzati mediante grandi scritte bianche e grigie su sfondo nero. La conclusione del film cerca di essere al tempo stesso positiva e propositiva. Il documentario, dopo aver mostrato le terribili conseguenze di alcune attività umane sul nostro pianeta e sul suo ecosistema, fornisce indicazioni riguardo alle energie rinnovabili, la creazione di parchi nazionali, la cooperazione internazionale tra le varie nazioni in merito alle questioni ambientali come risposta agli attuali problemi che affliggono la terra.

**************

Cliccando qui sarai ricondotto/a alla nostra
 MEGA RACCOLTA di film gratuiti per la scuola


*****************

domenica 20 marzo 2022

Educare alla pace, risorse e attività da Save The Children

Riportiamo l'introduzione tratta dal sito di Save The Children (che non ha bisogno di presentazioni). In fondo il link che rimanda ai materiali. 

In questa sezione abbiamo raccolto percorsi didattici, attività e risorse educative per affrontare a scuola e nei contesti educativi il tema della guerra e della pace, accogliendo anche l'invito del Ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi di promuovere nelle scuole attività educative sull'art. 11 della Costituzione italiana.

VAI ALLA RACCOLTA DI RISORSE

sabato 19 marzo 2022

"Mila", una cartone che parla di guerra (anche) ai bambini. Gratuito, qui

 Mila è una bambina di Trento che durante la Seconda Guerra Mondiale ha perso la sua famiglia, ma è sopravvissuta al devastante bombardamento del 1943 grazie all'aiuto di una sconosciuta. Una mattina Mila e la sua salvatrice fuggiranno dalla città, iniziando insieme un cammino di speranza

Nonostante abbia perso tutto a causa della guerra - la famiglia, la casa, la pace - Mila si aggrappa alla speranza. Con un pizzico di fantasia e tanta umanità, la piccola ha un impatto profondo sul prossimo, compresa la sconosciuta che le salverà la vita. Anche se il film è ispirato a fatti realmente accaduti a Trento nel 1943, Mila rappresenta tutti i bambini, in qualsiasi guerra, di qualsiasi epoca. La narrazione, priva di dialoghi, parla a ciascuno di noi grazie al linguaggio universale della musica

IL FILM DI ANIMAZIONE LO TROVI CLICCANDO QUI

**************

Cliccando qui sarai ricondotto/a alla nostra
 MEGA RACCOLTA di film gratuiti per la scuola


*****************

venerdì 18 marzo 2022

Insegnare le frazioni: un Lapbook da realizzare in classe. Qui il tutorial

Anche in questo caso la risorsa proviene dall'ottimo canale YouTube "Maestra e Amica", che suggeriamo di visitare. 

Si tratta di un video tutorial che guida alla realizzazione di un lapbook utilissimo per insegnare le frazioni. 

VAI AL VIDEO TUTORIAL SULLE FRAZIONI

VAI AL MATERIALE ALLEGATO

Il video tutorial puoi vederlo anche qui di seguito:

mercoledì 16 marzo 2022

"Mani Rosse", Contro ogni abuso sui minori. Film di animazione gratuito per la scuola

 Ernesto è un ragazzino intelligente, ma anche iper-protetto e solo. Un giorno scopre dei meravigliosi murales rossi, realizzati da una misteriosa ragazza di nome Luna.
 Lei ha il potere di emettere dalle mani un vivido colore rosso, con cui esprime il suo talento. Ma dietro questo dono c'è una dolorosa realtà: il padre di Luna, Furio, è un uomo violento. Ernesto dovrà tirare fuori tutto il suo coraggio per salvare la vita a quella strana ragazzina di cui si è innamorato

VAI AL MINI FILM DI ANIMAZIONE CLICCANDO QUI: Mani Rosse, Contro ogni abuso sui minori

**************

Cliccando qui sarai ricondotto/a alla nostra
 MEGA RACCOLTA di film gratuiti per la scuola


*****************

martedì 15 marzo 2022

Esami del primo e del secondo ciclo, ordinanze con le modalità di svolgimento

 Il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha firmato le Ordinanze che definiscono le modalità di svolgimento degli Esami di Stato 2022 del primo e del secondo ciclo di istruzione. Le Ordinanze sono pubblicate sul sito del Ministero e vengono inviate oggi alle scuole, a conclusione dell’iter previsto dal punto di vista formale. Le Ordinanze sono state infatti illustrate alle Organizzazioni sindacali e sottoposte al parere del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione. Sono poi state successivamente inviate alle competenti Commissioni parlamentari per il loro vaglio, previsto dall’ultima legge di bilancio. I testi finali sono stati elaborati alla luce di questi passaggi e anche del confronto con le Consulte studentesche e con il Forum degli studenti, cui il Ministro ha partecipato direttamente.


“Abbiamo lavorato ai testi tenendo fermo un punto: siamo nelle condizioni di tornare progressivamente alla normalità - dichiara il Ministro Bianchi -. Non siamo ancora fuori dalla pandemia, dobbiamo ricordarcelo, ma quest’anno, grazie ai vaccini e alle misure di sicurezza decise dal governo, abbiamo garantito la continuità della scuola in presenza, fin dal primo giorno”. “Abbiamo tenuto conto degli ultimi due anni vissuti dai nostri ragazzi - prosegue Bianchi -. Studentesse e studenti non devono avere paura di non farcela. Continueremo a sostenere le scuole, le ragazze e i ragazzi, accompagnandoli verso questo traguardo con tutti gli strumenti a nostra disposizione”.

L’Esame del primo ciclo

Per l’Esame del primo ciclo sono previste due prove scritte, una di Italiano e una relativa alle competenze logico-matematiche, seguirà un colloquio, nel corso del quale saranno accertate anche le competenze relative alla Lingua inglese, alla seconda lingua comunitaria e all’insegnamento dell’Educazione civica.

La votazione finale resta in decimi. Si potrà ottenere la lode. La partecipazione alle prove nazionali Invalsi, che comunque si terranno, non sarà requisito di accesso alle prove. L’Esame si svolgerà in presenza, nel periodo compreso tra il termine delle lezioni e il 30 giugno 2022.

Per il solo colloquio, è prevista la possibilità della videoconferenza per i candidati impossibilitati a lasciare il proprio domicilio, condizione che andrà, comunque, documentata.

L’Esame del secondo ciclo


L’Esame è costituito da una prova scritta di Italiano, da una seconda prova sulle discipline di indirizzo, da un colloquio.

La sessione d’Esame avrà inizio il 22 giugno 2022 alle 8.30, con la prima prova scritta di Italiano, che sarà predisposta su base nazionale. Alle candidate e ai canditati saranno proposte sette tracce con tre diverse tipologie: analisi e interpretazione del testo letterario, analisi e produzione di un testo argomentativo, riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità.

Il 23 giugno si proseguirà con la seconda prova scritta, diversa per ciascun indirizzo, che avrà per oggetto una sola disciplina tra quelle caratterizzanti il percorso di studi. Ad esempio, Lingua e cultura latina per il Liceo classicoMatematica per lo Scientifico, Economia aziendale per l’Istituto Tecnico, Settore economico, Indirizzo “Amministrazione, finanza e marketing”, Igiene e cultura medico-sanitaria per l’Istituto Professionale, Settore Servizi, Indirizzo “Servizi socio-sanitari” (nell'Ordinanza l'elenco per tutti gli indirizzi di studio).

La predisposizione della seconda prova quest’anno sarà affidata ai singoli Istituti, in modo da tenere conto di quanto effettivamente svolto, anche in considerazione dell’emergenza sanitaria. Entro il prossimo 22 giugno i docenti che insegnano la disciplina oggetto del secondo scritto, e che fanno parte delle commissioni d’Esame di ciascuna scuola, dovranno elaborare tre proposte di tracce. Lo faranno sulla base delle informazioni contenute nei documenti predisposti dai Consigli di classe. Tra queste proposte sarà sorteggiata, il giorno della prova, la traccia che sarà svolta da tutte le classi coinvolte. Se nella scuola è presente una sola classe di un determinato indirizzo, le tre proposte di tracce saranno elaborate dalla sottocommissione, sulla base delle proposte del docente che insegna la disciplina oggetto della seconda prova.

È previsto, poi, il colloquio, che si aprirà con l’analisi di un materiale scelto dalla Commissione (un testo, un documento, un problema, un progetto). Nel corso del colloquio il candidato dovrà dimostrare di aver acquisito i contenuti e i metodi propri delle singole discipline e di aver maturato le competenze di Educazione civica. Analizzerà poi, con una breve relazione o un lavoro multimediale, le esperienze fatte nell’ambito dei Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento. La Commissione sarà composta da sei commissari interni e un Presidente esterno.

La valutazione finale resta in centesimi. Al credito scolastico sarà attribuito fino a un massimo di 50 punti. Per quanto riguarda le prove scritte, a quella di Italiano saranno attribuiti fino a 15 punti, alla seconda prova fino a 10, al colloquio fino a 25. Si potrà ottenere la lode. La partecipazione alle prove nazionali Invalsi, che pure saranno svolte, e lo svolgimento dei Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento non costituiranno requisito di accesso alle prove.

Per il colloquio, è prevista la possibilità della videoconferenza per i candidati impossibilitati a lasciare il proprio domicilio, condizione che andrà, comunque, documentata.

Le Ordinanze

Film per la scuola sull'integrazione: "Il Diritto alla felicità". Gratuito, lo trovi qui

LA TRAMA IN BREVE
Libero è un appassionato venditore di libri usati ed Essien è un ragazzino immigrato che vive in Italia da qualche anno.
L'amicizia tra i due passa attraverso i libri che Libero presta ad Essien e la complicità tra loro cresce parallelamente alle emozioni che ciascuno di questi romanzi può regalare. Essien incontra l'Occidente attraverso la sua letteratura, Libero porta a compimento il significato del suo nome cercando di fare di Essien un uomo libero...

Il film lo trovi qui: IL DIRITTO ALLA FELICITÀ

**************

Cliccando qui sarai ricondotto/a alla nostra
 MEGA RACCOLTA di film gratuiti per la scuola


*****************

LA TRAMA DETTAGLIATA
Libero è un venditore di libri usati e gestisce personalmente una libreria. È un anziano istruito e giudizioso, crede molto nella lettura e ai benefici che dà, perciò gli piace dare una seconda vita ai libri anche regalandone alcuni. Nella sua libreria riceve spesso le visite di molte persone amiche: Bojan, un uomo che per sostenersi raccatta i libri gettati nella spazzatura e li rivende a Libero; Nicola, un cameriere del bar di fianco che per uscire con Chiara le procura dei fotoromanzi per sua madre che non riesce a trovare in giro; il professor Saputo e il collezionista Medusa sempre alla ricerca di testi rari e antichi, e infine Eissien, un ragazzo immigrato che si trova in Italia da sei anni. Eissien non ha soldi per permettersi di comprare un libro, ma Libero gli presta dapprima dei fumetti e poi dei classici della letteratura per avvicinarlo al mondo della lettura. Il prestito di libri va avanti per molto tempo ed Eissien racconta sempre a Libero le sue impressioni su quanto ha letto prima di iniziare una nuova storia. L'ultimo libro che riceve, non in prestito ma in regalo, è la dichiarazione universale dei diritti umani. Il giorno seguente Libero lascia il mondo terreno, soddisfatto per la felicità che ha donato a Eissien e a tutte le persone che ha conosciuto tramite i libri.

Il film lo trovi qui: IL DIRITTO ALLA FELICITÀ

**************

Cliccando qui sarai ricondotto/a alla nostra
 MEGA RACCOLTA di film gratuiti per la scuola


*****************

lunedì 14 marzo 2022

Lavoretti Festa del papà: Tovaglietta e portafoto con il cartoncino

Riportiamo un bellissimo lavoretto per la festa del papà tratto dal canale YouTube "Maestra e Amica".
Si tratta di una tovaglietta e portafoto da realizzare con il cartoncino.

Di seguito riportiamo sia il video tutorial sia il materiale da scaricare.

VIDEO TUTORIAL LAVORETTI FESTA DEL PAPÀ

MATERIALI DA SCARICARE


Il video tutorial puoi vederlo anche in basso:

mercoledì 9 marzo 2022

Simulazioni INVALSI di italiano, matematica e inglese (anche on line) per tutte le scuole: centinaia di prove per esercitarsi

Riportiamo utilissime raccolte di prove Invalsi, da fare sia in cartaceo che on line, per l'italiano, la matematica e l'inglese.

*****************

INVALSI di italiano: archivio di 58 prove per ogni ordine e grado con cui esercitarsi 
 Il link riportato in basso rimanda ad una pagina dove trovate tutte le prove Invalsi di italiano fin qui pubblicate (dal 2005 al 2021) ordinate per classe, anno e tipologia di scuola, in tutto 58 prove.

INVALSI di matematica: archivio di 61 prove per ogni ordine e grado con cui esercitarsi (o farsi un'idea)
Il link riportato in basso rimanda ad una pagina dove trovate tutte le prove Invalsi di matematica fin qui pubblicate (dal 2005 al 2021) ordinate per classe, anno e tipologia di scuola, in tutto 61 prove.

INVALSI di LINGUA INGLESE: archivio di 34 prove (anche on line) per ogni ordine e grado con cui esercitarsi 
Sono presenti le prove effettivamente somministrate negli anni precedenti più una collezione fornitissima di prove di allenamento per esercitarsi con test simili (sebbene non realizzati dall'Invalsi).

SEN TECHER, mega raccolta di schede di matematica (anche personalizzabili) suddivise per argomenti


Al link in basso rimandiamo ad un ottimo sito che raccoglie schede didattiche di matematica: Sen Teacher.

Si tratta di materiale scaricabile, stampabile e modificabile all'occorrenza. 

Nela sezione "Downloads" (secondo menù a tendina da sinistra) ci sono anche materiali di scienze, arte e immagine, lingua e tecnologie per la didattica

Insomma, una raccolta enorme di materiali utili per i docenti.


martedì 8 marzo 2022

Ministero: accoglienza scolastica degli studenti ucraini esuli, prime indicazioni

Riportiamo dal sito ufficiale del Ministero dell'Istruzione: 

Prime indicazioni e risorse per accogliere gli esuli ucraini in età scolare

m_pi.AOODPIT.REGISTRO UFFICIALE(U).0000381.04-03-2022.pdf

Di seguito il contenuto della nota:

Oggetto: Accoglienza scolastica degli studenti ucraini esuli. Prime indicazioni e risorse

Il nostro Paese, insieme ai partner europei, è impegnato ad assicurare accoglienza umanitaria a coloro che fuggono dai territori coinvolti dalla guerra in atto in Ucraina. Sono molti, in rapidissima crescita, i minori in età scolare costretti a “sospendere” la consueta vita quotidiana e a lasciare la terra d'origine, per fuggire ed iniziare un incerto viaggio. Tra le molteplici esigenze cui far fronte, è prioritario assicurare loro il proseguimento del percorso educativo e formativo, anche perché possano ritrovare condizioni minime di “normalità” quotidiana. Allo stato non è possibile prevedere il numero di coloro che giungeranno nel nostro Paese in cerca di protezione, ma dai primi dati disponibili emerge, fra gli esuli ucraini in ingresso nel nostro Paese, un’altissima percentuale di minori, in parte accompagnati dai propri familiari e, in molti casi, tragicamente soli o temporaneamente affidati ad amici di famiglia. Questo Ministero e le istituzioni scolastiche del sistema nazionale di istruzione sono chiamate, ora, ad esercitare il massimo impegno per accogliere gli esuli ucraini in età scolare, dando loro tutto il sostegno e l'accompagnamento a tal fine necessario.

Accoglienza scolastica 

Le scuole italiane sono da tempo impegnate ad assicurare ai minori stranieri l’assolvimento dell’obbligo formativo, mediante l’applicazione, anche nei loro confronti, degli istituti e delle garanzie in materia di diritto all'istruzione, di accesso ai servizi educativi, di partecipazione alla vita delle comunità scolastiche. Il Testo Unico sull’immigrazione (art. 38 del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286) garantisce il diritto allo studio ai minori stranieri presenti sul territorio italiano e prevede per costoro l’applicazione delle disposizioni nazionali in materia. La medesima tutela è garantita ai minori richiedenti protezione internazionale e ai minori figli di richiedenti protezione internazionale (art. 21 del decreto legislativo 18 agosto 2015, n. 142), nonché ai minori stranieri non accompagnati per i quali è prevista la predisposizione di progetti specifici che si avvalgano del ricorso o del coordinamento di mediatori culturali (art. 14 della legge 7 aprile 2017, n. 47). In applicazione delle predette disposizioni, le istituzioni scolastiche e gli Uffici scolastici regionali – nelle loro articolazioni di direzioni regionali e uffici di ambito territoriale, nell’esercizio delle consuete funzioni di supporto e accompagnamento - si attiveranno per realizzare l’integrazione scolastica degli studenti in fuga dalla guerra, assicurando l'inserimento il più possibile vicino ai luoghi presso cui questi ultimi trovano asilo. I dirigenti scolastici e gli Uffici scolastici regionali terranno conto della particolare condizione di fragilità di ciascuno degli esuli accolti, determinata dallo sradicamento dalle proprie comunità e, in più di un caso, dall’allontanamento da uno o entrambi i genitori. Si dovrà avere cura, per quanto possibile, di non disperdere la rete di relazioni che uniscono tra loro i profughi o li legano a familiari presso cui trovano accoglienza, favorendo il raccordo con le comunità ucraine stabilmente inserite in Italia, al fine di evitare ogni forma di isolamento e facilitare il percorso di integrazione. Per tale ragione sarà pure necessario favorire il più possibile la conservazione di piccoli gruppi di provenienza, in primis nuclei familiari, considerando poi l'appartenenza alla medesima comunità territoriale o geografica. Nell’accogliere i bambini e i ragazzi a scuola si potrà fare riferimento alle molteplici esperienze di peer education e peer tutoring, in particolare nelle fasi iniziali di approccio all’ITABASE, come anche all’utilizzo sperimentato di materiali didattico bilingue o nella lingua madre. Si raccomanda pure di riservare la massima cura nel coinvolgimento del nucleo familiare con cui gli studenti sono arrivati e al collegamento fra tempo scuola e tempo extra-scuola, per l’offerta di occasioni di socializzazione, ricreative o sportive, ad esempio.

Supporto psicologico

La gravità e la repentinità degli eventi occorsi non possono non aver determinato, soprattutto sui più piccoli, ricadute traumatiche che necessitano di adeguato supporto psicologico. A tal fine, le scuole potranno impiegare i fondi destinati dall’art. 1, comma 697, della legge 30 dicembre 2021, n. 234, per fornire assistenza psicologica anche agli studenti e alle famiglie ucraini il cui disagio connesso all’emergenza epidemiologica è stato pesantemente aggravato dagli eventi bellici patiti. E’ in corso di perfezionamento il provvedimento di assegnazione alle istituzioni scolastiche statali delle risorse in parola

Supporto linguistico

 La barriera linguistica costituisce il primo ostacolo all’azione educativa che la scuola è chiamata a svolgere, in particolare nella fase di accoglienza, supporto e socializzazione. È pertanto necessario che il personale scolastico possa essere affiancato da mediatori linguistici e culturali che favoriscano l'interazione e la comunicazione interpersonale. A questi fini si rende necessario pure l'intervento degli Uffici scolastici regionali che, attraverso i propri uffici di ambito territoriale, coordineranno le azioni delle scuole con quelle degli EE.LL., competenti in materia, per l'attivazione dei propri mediatori linguistici e culturali. 

Risorse finanziarie di primo sostegno scolastico

 Quale primo sostegno alle istituzioni scolastiche nel delicato compito di accoglienza ed integrazione, questo Ministero ha reperito in via d’urgenza un primo stanziamento pari ad euro 1.000.000 da destinare alle istituzioni scolastiche coinvolte significativamente nelle predette attività di accoglienza. Nell’impossibilità attuale di definire la distribuzione degli arrivi sul territorio nazionale, lo stanziamento di che trattasi sarà ripartito dall’Amministrazione centrale sulla base delle esigenze rappresentate dagli uffici scolastici territoriali, in raccordo con le Prefetture competenti, in favore delle istituzioni scolastiche coinvolte, in ragione delle concrete esigenze di queste ultime, per sostenere i costi della mediazione linguistica e culturale, nonché le necessità correlate all’accoglienza scolare e all’alfabetizzazione degli studenti in arrivo dall’Ucraina. Con successiva nota verranno fornite indicazioni ulteriori sulle modalità amministrativo–contabili del finanziamento in questione.  

Sulla base degli sviluppi della situazione – in costante divenire – e in raccordo con il Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione del Ministero dell'interno, sarà cura di questo Dipartimento fornire ulteriori indicazioni, suggerimenti, supporti. Si confida nella consueta collaborazione di tutto il mondo della scuola che, pur provato da un lungo tempo di pandemia, saprà mobilitare ancora una volta le sue energie migliori per fare fronte alla nuova e tragica emergenza, facendosi comunità accogliente.

Festa del Papà: disegni da colorare, lavoretti e cartoncini

Riportiamo di seguito una nutrita raccolta di materiali per la festa del Papà: disegni, cartoncini, lavoretti di vario tipo. Sono tratte dal sito www.lavoretticreativi.com

Festa del papà 2022 

Padre e figlio

PDF Biglietto per la Festa del Papà da colorare

Biglietto pieghevole a forma di cravatta

Portachiavi in gomma crepa

Cubo con messaggi per il papà

Biglietto Festa del papà a forma di puzzle

Cravatte con disegni

PDF Sagoma macchina fotografica

Auguri papà con cravatte

PDF Palloncino Auguri Papà

19 Marzo 2021 – Auguri per la Festa del Papà

Lavoretto Festa del Papà – Puzzle con disegno da colorare

Padre e figlio – Puzzle da colorare

Biglietto Festa del papà – Bambina con cuore da colorare

Disegni per la Festa del Papà – Bambini con cuori da colorare

lunedì 7 marzo 2022

"Una Giusta Causa", un film - adatto anche alle scuole - per la Giornata Internazionale della Donna. Ecco dove trovarlo

La Rai propone, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, un bellissimo film del 2018 sulla storia vera di Ruth Bader Ginsburg e la sua lotta per la parità di diritti e ciò che ha dovuto superare per diventare giudice alla Corte Suprema degli Stati Uniti d'America.. Dopodomani mattina sarà disponibile il link qui in basso per la visione gratuita.

Nel frattempo, per chi volesse, può vederlo l'8 marzo, alle 21.20, su Rai Uno e, all'occorrenza, consigliarne la visione ai propri alunni.

Chi vuole può intanto trovare il film su Amazon Video: Una Giusta Causa

Oppure qui il DVD: UNA GIUSTA CAUSA

Finché sarà disponibile puoi andare al FILM GRATUITO su Rai Play CLICCANDO QUI

DI SEGUITO IL TRAILER

DI COSA PARLA IL FILM? 

A metà degli anni '50, Ruth Bader Ginsburg è una studentessa ammessa, insieme ad appena otto colleghe di sesso femminile, alla prestigiosa Harvard Law School, nella quale si trasferisce per seguire il marito che aveva iniziato a lavorare a New York. Ruth prosegue poi gli studi presso la Columbia University, dove consegue la laurea in legge nel 1959. Nonostante i brillanti risultati, Ruth incontra enormi difficoltà a trovare lavoro presso uno studio legale, a causa del suo esser donna. Pertanto, è costretta ad accettare un'occupazione come insegnante presso la Rutger Law School. Nel 1970, il marito le propone di rappresentare un cliente per una piccola evasione fiscale. Apparentemente un caso modesto, presenta poi una discriminazione di genere: l'accusato deve pagare soltanto perché appartenente al sesso maschile. Ruth si presenta dinanzi alla corte d'appello e convince i magistrati dell'assurdità della legge, aprendo la strada per una maggiore eguaglianza sostanziale nella legislazione statunitense.

**************

Cliccando qui sarai ricondotto/a alla nostra
 MEGA RACCOLTA di film gratuiti per la scuola


*****************

Parlare di guerra a scuola: Save The Children propone un percorso didattico

Save The Children, oltre al servizio umanitario che già svolge a tutela dei bambini di tutto il mondo, viene anche in soccorso degli insegnanti con questo utilissimo contributo. In fondo il link che rimanda alla risorsa.

La domanda più importante che potremmo sentirci rivolgere dagli studenti, soprattutto delle primarie e secondarie di I grado, è: ma siamo o no in guerra? 

Come sappiamo, l’Italia ha nella sua Costituzione il principio pacifista, contenuto tra gli articoli fondamentali: si tratta dell’art. 11, il quale recita: "L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo."

VAI AL LINK CON LE RISORSE

domenica 6 marzo 2022

Sulla guerra e sulla pace: 10 libri per bambini e ragazzi, per riflettere, per crescere

Una raccolta di libri, suddivisi per ordine di scuola (quindi anche per fasce d'età), che hanno a tema la pace e la guerra. Lo scopo di questo elenco è invitare bambini e ragazzi ad una riflessione seria sui conflitti, sulle loro ragioni, sull'importanza di costruire un mondo di giustizia e di pace.


LIBRI PER LA SCUOLA PRIMARIA

Billet J., Fauvel C., La guerra di Catherine, Ed. Mondadori 1941
Rachel frequenta una scuola diversa dalle altre, che stimola la creatività. Ben presto però le leggi contro gli ebrei si intensificano, e i ragazzi sono costretti a fuggire, aiutati da una rete di resistenti: devono dimenticare il proprio passato e persino cambiare nome. Rachel diventa Catherine e comincia una nuova vita…

Davies N., Il giorno che venne la guerra, Ed. Nord Sud
Questa è la storia vera di una bambina che fugge dalla guerra nel suo paese. Arrivata in Europa il suo sogno è quello di andare a scuola, ma viene respinta da tutti, fino a quando saranno proprio i bambini della scuola, che con un gesto troveranno il modo di farla studiare insieme a loro.

Dubois C., Akim corre, Ed. Babalibri
La storia di Akim è personale e intima, ma è anche quella di migliaia di altri bambini, donne e uomini che la violenza della guerra costringe alla fuga. Tutti hanno diritto ad essere accolti e protetti.

Elvgren J., Santomauro, La città che sussurrò, Ed. Giuntina
Anett scopre che nello scantinato della sua casa si nasconde una famiglia di ebrei. Anche se scendere le scale buie dello scantinato le fa un po' paura, è lei a portar loro ciò di cui hanno bisogno. Così conosce Carl, un bambino come lei, con cui fa presto amicizia. La famiglia di Carl sta aspettando una notte di luna piena per fuggire in Svezia, ma le nuvole non vogliono diradarsi ed è troppo buio per scappare. Finché ad Anett non viene in mente un 'idea geniale… 


LIBRI PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Tasane S., Mi chiamo bambino, Ed. Il castoro libri
I bambini del Campo non hanno il passaporto. Per questo sono bloccati lì. Le Guardie hanno dato loro un nuovo nome: Bambino I, Bambina M, Bambino A, R, O… Sono fermi in un presente immobile, fatto di fango ed espedienti per mangiare. E allora Bambino I decide di raccontare: sa quanto sono importanti le storie se vuoi dimostrare chi sei. E mentre seguiamo giorno dopo giorno i suoi passi, scopriamo che la vita è più tenace di ogni burocrazia.

Corradini M., La repubblica delle farfalle, Ed. Rizzoli
Terezín si trova nella Repubblica Ceca. Nata a fine Settecento come città-fortezza, durante la Seconda guerra mondiale diventò un campo di raccolta degli ebrei destinati allo sterminio. Nel ghetto vissero circa 15 mila tra bambini e ragazzi: alla fine della guerra ne erano rimasti in vita 142. A Terezín c'era tutto: case, strade, musica, teatro. Peccato che non ci fosse la libertà. Matteo Corradini è partito da quei documenti per raccontare una straordinaria forma di resistenza.

Marsh K., L’amico nascosto, Ed. Rizzoli
Quando Ahmed arriva a Bruxelles non sa dove andare; ha 14 anni ed è solo. Suo padre, con cui è fuggito dalla guerra in Siria, è disperso nel mar Mediterraneo. Ahmed è solo e trova rifugio in uno scantinato. Nella casa sopra di lui vive Max, un ragazzo americano a Bruxelles con la famiglia. I ragazzi sono quasi coetanei, ma le loro esperienze non potrebbero essere più diverse. Il loro incontro è l'inizio di una grande avventura.


LIBRI PER LA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Beah I. Memorie di un soldato bambino, Ed. Beat 1993
Sierra Leone. La guerra tra i ribelli nelle zone ricche del Paese sembra lontana dal villaggio dove vive il dodicenne Ishmael. Un giorno, però, lo raggiunge la terribile notizia: i ribelli sono in arrivo. Ishmael costretto a fuggire, non vedrà più casa sua e i suoi genitori, sarà catturato dall'esercito governativo, imbottito di droga, educato all'orrore e all'omicidio. Il suo migliore amico non sarà piú il tredicenne Talloi ma l'AK-47 e la sua musica non più l'hip-hop ma quella del suo fucile.

Dowswell P., Ausländer, Ed. Feltrinelli Polonia 1941
I genitori di Peter vengono uccisi e il ragazzo mandato in orfanotrofio. Peter, biondo con gli occhi azzurri, sembra il ragazzo ritratto nel manifesto della gioventù hiltleriana e può essere adottato da una famiglia importante. Così avviene: la famiglia Kattelbach è entusiasta di accogliere un giovane dall’aspetto ariano. Ma Peter non è così, non vuole essere un Nazista e decide di correre un rischio...

Zusak M., Storia di una ladra di libri, Ed. Frassinelli
 È il 1939 nella Germania nazista. Il giorno del funerale del suo fratellino, Liesel raccoglie un oggetto seminascosto nella neve, un libricino abbandonato, forse, o dimenticato dai custodi del cimitero. Liesel non ci pensa due volte, le pare un segno, la prova tangibile di un ricordo per il futuro: lo ruba e lo porta con sé. Così comincia la storia di una piccola ladra, la storia d'amore di Liesel con i libri e con le parole, che per lei diventano un talismano contro l'orrore che la circonda. 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...